giovedì 30 aprile 2009

Al cuore...

Ho appena finito di guardarmi per l'ennesima volta su Rai3 "Per un pugno di dollari" e rimane sempre una strafigata (lo so che suona un po' datata come espressione, ma chevvolete... ho passato la prima adolescenza negli anni '80), per cui ho voluto metterlo nel titolo che non c'entra effettivamente un benemerito cazzo con il nocciolo del post, a parte queste poche righe che se non le finisco di scrivere come un pirla finisco in un loop da cui non mi tiro più fuori.

Finalmente ci sono riuscito, per cui andiamo al sodo: oggi si parla, come un po' tutto il mondo dell'informazione italiota di: Miriam Raffaella Bartolini e del suo particolare rapporto con il coniuge.
Io sulla signora in questione ho 2 ipotesi:

1. Miriam sarà il prossimo segretario del PD, finalmente con un'idea forte, un carisma esemplare e una capacità di sintetizzare i problemi della parte avversa con frasi semplici, dirette e facilmente intellegibili. Ha incarnato, in questo momento di estrema debolezza del centro sinistra (che ha un segretario che si sta spendendo anima e corpo per la riuscita di un referendum che avvantaggerebbe unicamente l'Imperatore dalla fulva chioma, salvo poi impappinarsi in maniera surreale e schermirsi in maniera puerile quando questi glielo fa giustamente notare), l'unica figura su cui si può stringere e compattare tutto quell'elettorato che non vede nel Berluska la salvezza del Paese, ma lo scruta come il corruttore dei costumi italici e lo indica quale prima causa del degrado della vita politica italiota. Sarà l'eroina che squarcerà il velo e farà rinsavire le masse, indicherà la strada fulgida della riscossa contro la morale corruttrice dell'oscuro cavaliere che abbruttisce e cambia antropologicamente il popolo italiota e riporterà l'amora, la solidarietà, il sorriso e i bei programmi di una volta nella TV pubblica e privata, esiliando le veline/letterine/letteronze tanto care al luceferino coniuge.

2. Miriam e il Berluska si sono messi d'accordo come l'altra volta. Domanda: A chi chiava qualcosa di mandare a dormire sui banchi di Strasburgo/Bruxelles quattro fancazzisti, leccalculi/mignottone per un organo che conta un cazzo, in quanto sono gli stati nazionali che decidono tutto checchè ne dica quel simpatico baffetto di Giulietto Chiesa e la prosopopea inutile del Guianeustachio Vattimo prossimo alla comodosa poltronosa europeosa? Chi si riesce ad appassionare per un Parlamento che non conta una cippa di cazzo e che vede seduti sui banchi mai più del 10-20% dei suoi membri? Chi ha interesse per un Parlamento di cui i suoi membri sono parcheggiati lì, in attesa di un qualcosa di meglio da fare (Santoro docet)? E allora il Berluska chiede alla mogliettina di scrivere una cazzo di letterina copia incolla di quella già scritta prima di altre elezioni per far rimanere alto l'interesse su questa competizione e raggiungere il tot percento che si è prefissato. E tutti a seguire a pesce la diatriba, prima fra tutti Repubblica a cui la signora sembra tanto affezionata, sia da destra che da sinistra, l'informazione si concentra su questa vicenda, oscurando tutto il resto della politica (che sono le candidature bolse di tutti i partiti, su cui il PD svetta alla grande candidando come capolista un vecchio professore sardo a nordest giusto per perdere anche quel minimo di voti che avrebbero potuto prendere e, questo è il massimo, un ex sindacalista sindaco condannato per condotta antisindacale che non voleva stare più lontano da suo figlio, ma che pensa che Strasburgo sia più vicina a Genova di Bologna, ma un esamino di geografia non farebbe male, no?). Allora si vedono le Maria Laura Rodotà (lei che NON E' RACCOMANDATA, pevchè non scvive la vubvica più insulsa del mondo sul più gvande giovnale italiano, solo pevchè il suo papy è un politico influente, sopvatutto nei salotti buoni) aderenti al pensiero unico lariano che combattono strenuamente le Maria Giovanna Maglie aralde del cavaliere oscuro. Tutti parlano di queste stronzate, compreso il sottoscritto, nominando sempre il Berluska, solo il Berluska nient'altro che il Berluska. Anche il tonante Di Pietro viene offuscato, come le micro ribellioni di Fini e i principini danzanti del bel Casini che ci fa notare dai suoi cartelloni elettorali che "tiene famiglia".

In entrambi i casi Arcole rimane sempre la capitale d'Italia...

Raro Esempio di preparazione per affrontare tutte le fatiche dei lavori del Parlamento Europeo

lunedì 27 aprile 2009

La Vera Verità su Cernobyl

Prima di tutto volevo far notare che ho aggiunto una new entry nella lista delle guide spirituali per non capenti e fa un sacco ridere perchè, oltre a quelli autoprodotti, riporta articoli di tantissimi mentecatti dal connotato "spirituale".

Ok, passiamo al discorso principale: come ieri, 23 anni fa il reattore 4 di Cernobyl accusava un'avaria e si verificava il più grande disastro nucleare (conosciuto) dell'era moderna.
Tutti sappiamo che l'incidente è stato causato da una serie di mancanze nei sistemi di sicurezza dei reattori nucleari sovietici e da una serie di procedure automatiche che non si sono attivate e che avrebbero dovuto attivarsi, ma che hanno portato al rilascio di vapori radioattivi nell'atmosfera; ma lavoriamo di fantasia, attraverso la mente bacata di un complottista e un'ottima dose di ignoranza su tutto quello che riguarda la gestione ed il funzionamento di una centrale nucleare senza la quale l'esperimento non avrebbe senso.
Prima di partire, però, vorrei esprimere un certo disagio (sono un bastardo capitalista di merda, cinico e materialista, ma qualche volta ho questa patetica manifestazione del mio io che viene definita coscienza che mi punzecchia) nel formulare cazzate su una tragedia che ha mietuto moltissime vittime

Siamo nel 1986, è l'anno in cui il Berluska acquista il Milan, i Duran Duran pubblicano l'album Notorius, esce nei cinema Top Gun e l'Argentina vince il Mondiale del Messico, comunque siamo ancora in piena Guerra Fredda, l'Unione Sovietica sta occupando l'Afghanistan (anche se sta progressivamente ritirando le truppe) . Continua strisciante la Guerra tra CIA e KGB, anche se Reagan e Gorbaciov iniziano gli incontri di Reykjavik come primo passo verso la non proliferazione nucleare. Chi, se non la CIA, ha interesse a sabotare una centrale sovietica per non perdere il prestigio assunto durante le azioni in Afghanistan e gli attacchi alla Libia?

La CIA avrebbe manomesso la grafite del sistema di raffreddamento del reattore 4 nell'ambito di un progressivo indebolimento dell'impero sovietico che appare agli occidentali costantemente granitico.

Però non si sabota un reattore nucleare solo per prestigio, ci vogliono troppi agganci e troppo lavoro di intelligence (per cui denaro e pedine sacrificabili). Chi ha interesse a rendere il costo dell'energia nucleare non utile dal punto di vista del rischio? Certamente gli stati produttori di petriolio e i petrolieri e chi sono le prime due figure che vengono in mente quando si nominano queste due categorie: Bush e Bin Laden. Tra l'altro Bush padre è vicepresidente degli Stati Uniti, per cui ha a disposizione tutte le risorse dell'amministrazione e un non troppo velato "conflitto di intressi", mentre su Bin Laden non occorre spendere parole, in quanto è in Afghanistan a lottare contro gli occupanti sovietici, per cui avrebbe un doppio beneficio questo attacco un maggior consumo di petrolio e un colpo alle retrovie del nemico occupante. Da ciò, per chi fa 2 + 2 (ma ai cari complottisti risulta sempre 5, non si sa perchè), è facile vedere una certa continuità con l'11/09.

Non c'è nemmeno da sottovalutare che per iniziare i test per il sistema di guerra metereologica (e qui mi sganascio) di nuova concezione HAARP, avere una nuvola radioattiva tracciata su cui sperimentare i nuovi ritrovati è un'occasione unica. Inoltre si possono sperimentare i sistemi per monitorare in altitudine le nanoparticelle da far assomigliare alla nube radioattiva per osservare quale comportamento potrebbero tenere una volta rilasciati nell'aria attraverso stormi di aerei senza livrea.

Passiamo alla massoneria e alle multinazionali che hanno tutto l'interesse a convogliare i commerci di verdura e carne verso le zone colpite dalla nube radioattiva, magari con la sperimentazione dei neonati OGM, visto che le culture e gli allevamenti locali sono inutilizzabili. Inutile parlare delle multinazionali del farmaco che sono già brutte sporche e cattive di loro, mettiamoci anche questo nel loro curriculum.

I rettiliani non possono mancare, perchè rendendo radioattiva una zona, fanno sì che l'uomo non la abiti e possono andare a svolgere, assieme ai militari con cui vanno sempre a braccetto, tutti gli esperimenti che vogliono, intessendo tutte le trame in quell'ambiente che si presenta loro come "indisturbato". Ovviamente lì possono creare uno spazio porto per tutti gli UFO (oppure OVNI, come preferiscono chiamarli i mentecatti nostrani) di passaggio sulla terra, tanto chi oserà mai andare a ficcare il naso in zona contaminata.

Possiamo metterci anche un po' di orgone oscuro o come cazzo si chiama e il mentecatto rimane pienamente soddiasfatto. Ecco un bel complottone con l'unica pecca di essere un po' troppo lineare per i gusti da arzigogolati dei mentecatti circolanti in rete.

Ci tengo ancora a scusarmi con le vittime di questa tragedia per aver concepito questa buffonata, ma era davvero troppo calzante.

------

AGGIORNAMENTO

Come mi faceva notare il buon Niccolò, mancava un collegamento essenziale al signoraggio: Eccolo:

In vista della futura nascita dell'euro (perchè voi, cittadini allocchi credevate che l'Euro fosse un'invenzione degli anni '90, vero? Buahahahaha) si stanno stampando in anticipo tantissime banconote e monete a valore zero che sarebbero andate a formare il nuovo debito pubblico degli stati nazionali, ma non c'è un posto dove tenerle. Perchè il cappotto di contenimento ha quella forma? Certamente i soldi sono riposti lì in attesa di diventare moneta corrente sulle spalle dei cittadini per cui gli stati nazionali in futuro pagheranno attraverso il debito pubblico, in quanto Israele non è un posto sicuro dove tenere i soldi in questo periodo, troppi attentati, per cui il perfido banchiere grasso aiutato dalle file degli affamatori demoplutogiudaici che reggono i fili del signoraggio mondiale hanno trovato una collocazione momentanea, ma strategica.


--------

AGGIORNAMENTO 2

C'è sempre da calcolare che i Templari, una volta sciolti e perseguitati, si sono rifugiati in territorio ortodosso e hanno scavato diversi tunnel verso Rennes-le-Chateau per andare a recuperare il Santo Graal in quella cattedrale. Per cui la sera del 26 aprile alle ore 1:23:44 locale (se sommiamo i 5 numeri il totale fa 14 che è due volte 7 e 7 è un numero mistico), i Templari stavano trasportando il Santo Graal dalla cattedrale al loro nuovo rifugio nei Paesi di Religione Cristiano Ortodossa, passando sotto al reattore 4 della Centrale Nucleare. A causa dell'energia spirituale sprigionata tutto ad un tratto dal Sacro Graal, le barre di grafite, impure, sono collassate, causando la fuorisciuta del vapore radioattivo.
Questa teoria è sicuramente stravera, per cui il tunnel esiste, perchè la base su cui poggiava il reattore è ceduta nel terreno, ovviamente a causa del tunnel scavato con le spade consacrate dai Templari.

-------

AGGIORNAMENTO 3

Si può ricordare anche che, pochi giorni prima del fatidico 26 aprile 1986, c'è un uomo che si fa chiamare Ivasyk (variante ucraina di John) Titorianusk (in fondo potrebbe essere la traduzione di Titor in ucraino, no?), il quale gira attorno alla Centrale Atomica di Cernobyl alla ricerca di un computer per scongiurare una specie di fine del Mondo. Qualche testimonianza, che è stata proditoriamente secretata dal KGB in collaborazione con i servizi segreti militari occidentali e con il Mossad, ma noi ne siamo venuti a conoscenza perchè a un ricercatore indipendente serio quale sono io non la si fa, di qualche tecnico presente al momento del disastro, ma che non viene citato nella Verità Ufficiale perchè sennò crollerebbe il castello di carte, indica che nel momento in cui è avvenuto il disastro, alcuni erano stati staccati dal sopraccitato Ivasyk Titorianusk, il quale, entrato con un balzo spaziotemporale nella sala controllo, si era messo a staccare fili alla membro di segugio per provare a vedere se era il computer che stava cercando, causando il cedimento delle barre di grafite.

Ma come possiamo dimenticarte che la nube, pur non raggiugendo immediatamente il Chapas, è stata sicuramente sospinta, attraverso il soffio di centinaia di migliaia di potentissimi ventilatori nolleggiati a nome delle Forze Imperialiste Varie ed Eventuali dei Municipi Bastardi, sopra ai villaggi combattenti e strenuamente resistenti del Messico. Questo per fiaccare ulteriormente l'integrità psicofisica di una moltitudine che si ribella contro il controllo oligarchicocapitalista dei nuovi padroni della terra che affamano il valoroso popolo che però non si arrenderà alle lusinghe della modernità.

sabato 25 aprile 2009

Maialosi

Nota: Ricordarsi, per un po' di tempo di fare il giro largo rispetto a San Daniele del Friuli. Nel caso incroci uno degli abitanti di questa nota cittadina friulana e questi starnutisca, cominciare a lanciare urla per il panico, fare ripetutamente il segno della croce, telefonare alla vicina base di Aviano chiedendo la nuclearizzazione della zona e inalare una quantità modica di lisoformio puro.

Tutto questo perchè l'ennesima pandemia sbandierata sui giornali non mi ha causato alcun timore.

Visto che sta per finire il 25 Aprile, un complimento va a Franceschini perchè è riuscito a far sì che anche in questo giorno il Berluska sia al centro della scena. E per fortuna che questo non è stato scelto da 3 milioni di miliardi di votanti alle primarie, ma le cazzate le fa su mandato congressuale...

venerdì 24 aprile 2009

E io che mi stupisco ancora...

Mi sento un cretino, probabilmente se mi giro riesco a vedere bene da quale pero sono caduto.

Ma nel 2009 ci può essere ancora uno così cretino da andare in giro con la fascia rossa uncinata al braccio?


"Non mi pare comunque che in questi anni gli israeliani abbiano avuto la mano leggera con i palestinesi" quest'uomo di merda ha avuto il coraggio di argomentare a fronte delle domande che gli venivano poste.


E il "Male" è sempre lo stesso per tutti i disadattati di merda di destra e di sinistra: il sionismo, il capitalismo selvaggio che ne deriva e cazzate a piacere.
Probabilmente anche questo cazzo di disadattato avrà apprezzato il discorso di apertura del presidente iraniano a Durban 2 che, grazie a Ninetta, posso postare in versione integrale:


Signor Presidente, onorevole segretario generale delle Nazioni Unite, onorevole Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, signore e signori.
Ci siamo riuniti a seguito della conferenza di Durban contro il razzismo e la discriminazione razziale per cercare di agire concretamente in nome della nostra causa, che è sacra e umanitaria.
Nel corso degli ultimi secoli l’umanità ha attraversato grandi dolori e grandi sofferenze. Durante il Medio Evo, pensatori e scienziati sono stati mandati a morte. A quell’epoca è seguita l’era della schiavitù e della tratta. Persone innocenti sono state prese prigioniere a milioni, separate dalle loro famiglie e dai loro cari e deportati in Europa ed in America nelle peggiori condizioni di vita che si possano immaginare. Un periodo oscuro, cui non furono ignote le occupazioni, i saccheggi ed i massacri di persone innocenti.
Sono passati molti anni prima che le nazioni insorgessero e combattessero per la loro libertà e per la loro autodeterminazione: hanno pagato un prezzo molto alto nel farlo. Milioni di persone hanno perso la vita per cacciare le potenze occupanti e per stabilire governi indipendenti e nazionali. Tuttavia non trascorse molto tempo prima che le potenze rapaci imponessero due guerre all’Europa, due guerre che hanno afflitto anche parte dell’Asia e dell’Africa. Queste guerre terribili sono costate la vita a cento milioni di persone ed hanno lasciato il retaggio di devastazioni imponenti. Il fare tesoro della lezione impartita dalle occupazioni, dagli orrori e dai crimini di quelle guerre avrebbe senz’altro rappresentato una luce di speranza per le epoche a venire.
Ma le potenze vincitrici si sono autonominate conquistatrici del mondo, ignorando o minacciando i diritti delle altre nazioni con l’imposizione di leggi ed accordi internazionali oppressivi.
Signore e signori, prendiamo un momento in esame il COnsiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che è uno dei retaggi della prima e della seconda guerra mondiale. Quale logica regola un organismo i cui partecipanti hanno diritto al veto incrociato? Una logica simile come può non confliggere con i valori spirituali o umanitari? Non contrasta con i principi accettati di giustizia, uguaglianza davanti alla legge, amore e dignità umana? Non rappresenta una discriminazione, un’ingiustizia, una violazione ai diritti umani, un’umiliazione che colpisce la maggioranza delle nazionalità e dei paesi sovrani?
Per quanto riguarda la salvaguardia della pace e della sicurezza internazionali, il Consiglio di Sicurezza è l’organo decisionale più importante del mondo. Come possiamo aspettarci una giustizia ed una pace effettive, quando di fatto le discriminazioni sono legalizzate e gli stessi organi legislativi sono in preda alla coercizione e alla forza, piuttosto che avere come guida la giustizia e i diritti?
La coercizione e l’arroganza sono all’origine dell’oppressione e della guerra. Anche se oggi molti sostenitori di fatto del razzismo condannano con parole e slogan la discriminazione razziale, un gruppo ristretto di potenze può ancora decidere per tutte le altre nazioni tenendo conto dei propri interessi ed a propria discrezione, e può facilmente violare tutte le leggi e tutti i valori umani, cosa già verificatasi.
Dopo la seconda guerra mondiale si è fatto ricorso all’aggressione militare per privare un popolo intero della propria terra, col pretesto delle sofferenze patite dagli ebrei, e sono stati inviati migranti dall’Europa, dagli Stati Uniti e da altre parti del mondo al fine di istituire un governo assolutamente razzista nella Palestina occupata. In concreto, nel tentativo di porre rimedio alle conseguenze del razzismo in Europa, si è aiutata la costruzione in Palestina della più crudele, repressiva e razzista forma di governo.
Il consiglio di Sicurezza ha contribuito a consolidare il regime di occupazione e lo ha sostenuto per sessant’anni, consentendo agli occupanti di commettere ogni sorta di atrocità. Ancora più deplorevole è il fatto che molti governi occidentali e quello degli Stati Uniti si siano impegnati a difendere questi razzisti intenti a perpetrare un genocidio, mentre le coscienze risvegliate e le menti più libere del mondo condannano l’aggressione, le brutalità ed i bombardamenti contro i civili perpetrati a Gaza. I sostenitori di Israele, a fronte di questi crimini, o approvano o tacciono.
Cari amici, illustri delegati, signore e signori. QUali sono le cause prime delle guerre statunitensi contro l’Iraq, o dell’invasione dell’Afghanistan?
Quali motivazioni hanno sostenuto l’invasione dell’Iraq, se non l’arroganza del governo statunitense, le crescenti pressioni esercitate dai ricchi e dai potenti per espandere la propria sfera di influenza per perseguire gli interessi di gigantesche aziende produttrici di armi a scapito di una nobile cultura con migliaia di anni di storia alle spalle, la volontà di eliminare tutte le minacce, potenziali o pratiche che fossero, dei paesi arabi contro il regime sionista, e quella di controllare e saccheggiare le risorse energetiche del popolo iracheno?
Per quale motivo quasi un milione di persone sono state uccise o ferite, ed altri milioni sono state strappate alla loro terra? Per quale motivo il popolo iracheno ha avuto danni per centinaia di miliardi di dollari? E perché il popolo americano è stato tassato per miliardi come risultato di queste azioni militari? L’aggressione all’Iraq non è stata forse progettata dai sionisti e dai loro uomini nel governo statunitense di allora, insieme ai paesi produttori di armi e ai detentori delle ricchezze? L’invasione dell’Afghanistan ha forse riportato la pace, la sicurezza e la prosperità economica nel paese?
Gli Stati Uniti e i loro alleati non si sono limitati a fallire, nel loro intento di limitare la produzione di stupefacenti in Afghanistan; negli anni della loro presenza in Afghanistan le colture si sono perfino moltiplicate. La questione essenziale è: quali sono le responsabilità e le colpe del governo statunitense che decise l’invasione, e dei suoi alleati?
[Gli statunitensi ed i loro alleati] rappresentano forse tutti i paesi del mondo? Hanno ricevuto un mandato? Sono stati autorizzati dai popoli del mondo ad intromettersi ovunque, ed in modo particolare nella nostra regione? Questi comportamenti non sono forse un chiaro esempio di egocentrismo, di razzismo, di discriminazione, di prevaricazione nei confronti della dignità e dell’indipendenza delle nazioni?
Signore e signori, chi è responsabile per la crisi economica mondiale attualmente in atto? Da dov’è cominciata la crisi? Dall’Africa, dall’Asia o dagli Stati Uniti, paese dal quale si è diffusa in Europa e nei paesi alleati?
Per molto tempo il loro potere politico ha imposto all’economia internazionale regolamentazioni economiche inique. Hanno imposto un sistema finanziario e monetario privo di autentici meccanismi di supervisione internazionali a nazioni e governanti che non avevano alcun ruolo nelle campagne o nelle politiche repressive. Non permettevano neppure ai loro cittadini di supervisionare o controllare le politiche finanziarie messe in atto. Hanno introdotto una quantità di leggi e di regolamenti contrari a tutti i valori morali, al solo scopo di proteggere gli interessi dei detentori di ricchezze e di potere.
Gli Stati Uniti, inoltre, hanno imposto una visione dell’economia di mercato e della concorrenza che negava molte opportunità economiche cui invece sarebbe giusto accedessero anche gli altri paesi del mondo. Hanno scaricato i loro problemi sugli altri, mentre l’ondata della crisi imperversava infliggendo alla loro economia migliaia di miliardi di dollari di perdite. In questi stessi giorni, stanno iniettando centinaia di miliardi di dollari di denaro liquido preso dalle tasche dei loro cittadini e da quelli di altre nazioni in banche, compagnie ed istituzioni finanziarie sulla via del fallimento, complicando ulteriorimente la situazione per la loro economia e per il loro popolo. Stanno semplicemente pensando a come mantenere il loro potere e la loro ricchezza. Non potrebbe importargliene meno dei popoli del mondo; non si interessano neppure del loro.
Signor Presidente, signore e signori, l’origine del razzismo sta nell’ignorare che l’essenza dell’esistenza umana è data dal fatto che l’uomo è la creatura prediletta di Dio. Il razzismo è anche il risultato dell’allontanamento dall’autentico percorso della vita umana e dagli obblighi che, nel mondo creato, spettano al genere umano; un allontanamento che impedisce una consapevole devozione verso Dio rendendo incapaci di pensare al significato profondo della vita o al percorso verso la perfezione che sono i principali testimoni della presenza divina, e di valori immanenti che hanno ristretto l’orizzonte delle prospettive umane ad interessi effimeri e limitati, divenuti l’unico campo di azione. Ecco perché il potere del Male ha preso forma ed ha esteso il suo dominio, togliendo a tutti la possibilità di accedere ad opportunità di sviluppo eque e giuste.
Il risultato di tutto questo è stato lo scatenarsi di un razzismo che rappresenta ora una serissima minaccia per la pace tra le nazioni e che ha disseminato di ostacoli ovunque, nel mondo, il cammino verso la costruzione di una convivenza pacifica. Senza dubbio il razzismo simboleggia un’ignoranza profondamente radicata nella storia ed è segno indubitabile di frustrazione nello sviluppo della società umana.
Per questo è importantissimo identificare le manifestazioni del razzismo nelle situazioni o nelle società afflitte dall’ignoranza deliberata o dalla mancanza di conoscenza. Questa crescente consapevolezza generale, insieme alla comprensione del significato profondo dell’esistenza umana, è il principale strumento per combattere le manifestazioni razziste, e testimonia sia la centralità del genere umano nel creato, sia il fatto che la soluzione del problema del razzismo passa dalla riscoperta dei valori morali e spirituali ed in definitiva dalla propensione alla devozione verso un Dio onnipotente.
La comunità internazionale deve cominciare a muoversi collettivamente per stimolare questa consapevolezza nelle società più depresse, laddove l’ignoranza data dal razzismo ancora prevale, in modo da fermare la diffusione di questo malevolo contagio.
Cari amici, il razzismo che la comunità universale si trova ad affrontare oggi sta offuscando, in questo inizio del terzo millennio, l’immagine dell’umanità.
Il sionismo mondiale impersona un tipo di razzismo che falsamente si richiama alla religione, e che abusa dei sentimenti religiosi per mascherare il proprio odioso ed orribile volto. E’molto importante dunque mettere in luce gli obiettivi politici di alcune tra le potenze mondiali e di coloro che controllano enormi ricchezze ed enormi interessi in tutto il mondo. Costoro mobilitano tutte le loro risorse, la loro influenza economica e politica e tutti i media del mondo per sostenere, invano, il regime sionista e per diminuirne in piena malafede l’indegnità e la vergogna.
Qui non si tratta di una semplice questione di ignoranza, e questo brutto modo di agire non può essere contrastato semplicemente con l’azione dei consolati. Occorre fare sforzi concreti perché gli abusi dei sionisti e dei loro sostenitori politici ed internazionali arrivino alla fine, nel rispetto della volontà e delle aspirazioni dei popoli. I governi devono ricevere incoraggiamento e sostegno nella loro lotta volta a sdradicare questo razzismo barbaro ed a promuovere una riforma globale nei meccanismi che regolano le relazioni internazionali.
Non c’è dubbio che tutti voialtri siate consapevoli delle cospirazioni intessute da alcune potenze e dalle conventicole sioniste contro i traguardi e contro gli obiettivi di questa conferenza. Purtroppo esistono una vasta opera letteraria e molte prese di posizione in sostegno dei sionisti e dei loro crimini. Ed è vostro compito, onorevoli rappresentanti delle nazioni, svelare queste macchinazioni che vanno contro ogni valore ed ogni principio umano.
Deve essere chiaro che boicottare quest’assemblea, che ha un’enorme importanza internazionale, significa sostenere nei fatti questo palese esempio di razzismo. Difendere i diritti umani significa innanzitutto difendere il diritto di tutti i popoli di partecipare alla pari in tutti i processi decisionali internazionali di una qualche importanza, senza subire l’influenza di questa o di quella potenza mondiale.
In secondo luogo, è necessario ripensare le organizzazioni internazionali esistenti ed i regolamenti che le fanno funzionare. Questa conferenza è una specie di esperimento e l’opinione pubblica mondiale di oggi e di domani trarrà precise conclusioni sulle nostre decisioni e sulle nostre azioni.
Signor Presidente, signore e signori, il mondo sta attraversando mutamenti rapidi ed epocali. Le relazioni di potere sono diventate deboli e fragili. Possiamo sentire scricchiolare i pilastri del sistema mondiale. Le istituzioni politiche ed economiche più importanti sono sull’orlo del collasso. Si sta avvicinando una crisi mondiale per la politica e per la sicurezza. Il peggiorare della crisi economica mondiale, per la quale non si intravedono prospettive di miglioramento, dimostra la montante ondata di cambiamenti globali di portata molto ampia. Ho spesso sottolineato l’importanza di correggere la rotta sulla quale il mondo viene a tutt’oggi mantenuto ed ho anche messo in guardia sulle conseguenze che qualunque ritardo nell’affrontare questo compito di fondamentale responsabilità potrebbe portare con sé.
Oggi, in questa preziosa occasione, vorrei ribadire a tutti i leader politici, a tutti i pensatori e a tutti i popoli del mondo rappresentati in questo incontro, a tutti coloro che desiderano la pace e la prosperità economica che le politiche economiche mondiali basate sull’ingiustizia sono giunte alla fine del loro cammino. Lo stallo cui si è giunti era inevitabile, a causa della logica vessatoria che sta alla base di queste politiche.
Alla base del controllo condiviso degli affari mondiali ci sono invece aspirazioni nobili, incentrate sugli esseri umani e sul primato d’Iddio Onnipotente, che rendono vano ogni politica ed ogni piano che vada contro la volontà vera dei popoli. La vittoria del giusto sull’ingiusto e l’instaurazione di un sistema globale basato sulla giustizia costituisce la promessa d’Iddio Onnipotente e dei suoi profeti, ed ha rappresentato un obiettivo comune per tutti gli esseri umani nelle diverse società e nelle diverse generazioni che si sono succedute nella storia. La realizzazione di un futuro come questo dipende dalla consapevolezza della creazione e dalla fede dei credenti.
La costruzione di una società globale rappresenta infatti il raggiungimento di un nobile obiettivo, rappresentato dall’instaurazione di un sistema comune globale che dovrà funzionare con la partecipazione di tutti i popoli del mondo ai processi decisionali più importanti; la costruzione di una società globale è anche la radice stessa di questo sublime obiettivo.
Le competenze scientifiche e tecniche e le tecnologie di comunicazione hanno prodotto una capacità di comprensione comune e diffusa ovunque nella società mondiale, ed hanno anche fornito il terreno necessario all’edificazione di un sistema comune. Adesso tocca agli intellettuali, ai pensatori ed ai politici del mondo farsi carico delle proprie responsabilità storiche, credendo fermamente nella base di cui dispongono.
Voglio anche porre l’accento sul fatto che il liberalismo occidentale ed il capitalismo sono arrivati alla fine, perché non sono riusciti a percepire la vera essenza del mondo e degli esseri umani.
Hanno imposto i loro obiettivi e le loro direttive agli esseri umani. Non esiste in essi alcun riguardo per i valori umani e per quelli divini, per la giustizia, la libertà, l’amore e la fratellanza; hanno basato la vita sulla competizione estrema, ponendo avanti a tutto gli interessi materiali individuali e di gruppo.
Adesso dobbiamo fare tesoro del passato sforzandoci tutti insieme di affrontare le sfide del presente, e a questo proposito, in conclusione, vorrei indirizzare la vostra gentile attenzione su due questioni importanti.
In primo luogo, è assolutamente possibile cambiare in meglio la situazione mondiale presente. Sarà possibile farlo soltanto attraverso la cooperazione di tutti i paesi, che permetterà di ottenere il meglio dalle competenze e dalle risorse esistenti. Partecipo a questa conferenza perché sono convinto dell’importanza delle questioni affrontate, del fatto che è nostra comune responsabilità difendere i diritti dei popoli a fronte del sinistro fenomeno del razzismo, e perché è importante che io stia con voi, i responsabili del mondo.
In secondo luogo, tenendo conto dell’inefficienza del sistema politico, economico e di sicurezza internazionale, è necessario non perdere di vista i valori divini ed umani, facendo costante riferimento ad un’autentica definizione di essere umano basata sulla giustizia e sul rispetto dei diritti di tutti i popoli in ogni parte del mondo e riconoscendo gli errori commessi in passato da chi controllava il pianeta. Occorre intraprendere azioni comuni per la riforma dei sistemi esistenti.
Sotto questo aspetto è fondamentale riformare rapidamente il funzionamento del Consiglio di Sicurezza, eliminando l’istituto discriminatorio rappresentato dal diritto di veto, e cambiare il sistema finanziario e monetario mondiale.
E’ evidente che il non comprendere quanto questi cambiamenti siano urgenti significherà affrontare ritardi a caro prezzo.
alla dignità umane è come seguire la corrente rapida di un fiume. Non dimentichiamo l’essenza dell’amore e degli affetti. La prospettiva del futuro promesso all’umanità rapprsenta una grande risorsa che può tenerci uniti nella costruzione di un mondo nuovo.
Per fare del mondo un posto migliore, pieno di amore e di benedizioni, un mondo privo di povertà e di odio, che raccolga la crescenti benedizioni d’Iddio Onnipotente e la retta gestione operata da esseri umani nella loro completezza, stringiamoci tutti le mani, per l’amicizia e per la costruzione di un mondo nuovo.
La ringrazio signor Presidente, ringrazio il Segretario Generale e tutti i signori partecipanti per aver avuto la pazienza di starmi ad ascoltare. Molte grazie.


Presidente della Repubblica Islamica dell’Iran


Io l'ho trovato molto simile a quelli tenuti da un simpatico austriaco dal baffetto divertente e dallo sguardo sveglio in stadi ben coreografati nel secolo scorso.


Un ringraziamento sentito a Max Mosley per l'immagine

giovedì 23 aprile 2009

Grande Vittoria del PD

Finalmente abbiamo un PD vincente grazie al suo leader più carismatico e che suscita le più grandi simpatie!


E alle prossime elezioni, invece di quei tristissimi cartelloni che tutti prendono per il culo, si ritornerà ad un simbolo classico della lotta in soccorso dei più deboli: La Barca a Vela!

Domanda: Tirano più queste o quei cazzoni che fanno finta di spingere?

martedì 21 aprile 2009

A pelle

Ma come cazzo si fa a indire una conferenza contro il razzismo con un ordine del giorno e relatori che sono l'espressione massima del razzismo contemporaneo?

Ma quando c'è di mezzo quella merda di organismo che non serve ad un cazzo a parte dare visibilità ai dittatori più feroci degli stati più cragnosi del globo che passa sotto il nome di ONU c'è da aspettarsi questo e altro...

lunedì 20 aprile 2009

Chi canta in compagnia...

Sabato stavo guardandomi Juve - Inter su sky e avevo una brutta sensazione... sentire migliaia di persone che urlano dei cori puramente razzisti contro un ragazzino di 18 anni (che sarà pure una grandissima testa di cazzo, ma questo non cambia niente) mi ha fatto davvero male.
Ok, sentire un "Devi morire" mentre l'avversario è a terra è incivile, ma può far scappare un sorriso in quanto può essere inquadrato come una goliardata, quello di denigrare il colore della pelle in coro è solo vigliaccheria.

"If you can judge a wise man by the color of his skin, hey mister you're a better man than I" Aerosmith, Living on the edge.

sabato 18 aprile 2009

Lezione di autodifesa 3

Come da promessa, proseguiamo con le Lezioni di Autodifesa con la domanda classica: dove guardare per vedere tutti i movimenti di chi ci sta di fronte.

Io guardo le mani: Gneeeeeek errore, se uno guarda le mani non riuscirà mai ad anticipare niente e si prenderà un sacco di schiaffoni.

Io guardo gli occhi: Gneeeek errore, gli occhi saranno anche lo specchio dell'anima, ma se uno è abbastanza figlio di sua madre non lascerà mai trasparire niente e via altri schiaffoni.

Io guardo il centro del petto: Gneeeek errore, ti meriti una testata e non dico altro.

La risposta corretta è "Guardare a circa due metri dietro la figura dell'avversario", così da aver sotto controllo tutti i movimenti di chi si ha di fronte e poter anticipare l'impatto della sua azione nel caso non fossimo riusciti ad anticiparla prontamente, inoltre il proprio sguardo apparirà "ottuso" ed abbinato al sorriso (non scordiamo le lezioni antecedenti, per favore) sarà ulteriore fonte di irrequietezza per l'antagonista.

Passiamo al caso pratico, canticchiando mentalmente "Give me the night" di George Benson.

Si è in un pub all'aperto e si urta inavvertitamente il gomito di un tizio piuttosto ben piazzato facendogli cadere per terra il bicchiere e sporcandogli le scarpe.

Educatamente ci si scusa e ci si dispiace dell'accaduto, ma l'individuo comincia a diventare rosso in viso e a offendere un po' del parentado.

In questo caso non si chiede "pardon", ma convierne fare un passo indietro, come a voler lasciare il luogo (in fondo un minimo di ragione questo ce l'ha, lasciamogli una via di fuga) ma non voltando le spalle al tizio.

Se questi si avvicina ancora con fare minaccioso, si può sfoderare il sorriso largo e sincero e può partire la musica - When dark has fallen - . Questo farà un movimento percettibile della spalla e avanzerà con il piede destro - you know the spirit of the party starts to come alive - e partirà con un diretto destro a tutto peso - Until the day is dawning - a quel punto lo si è visto partire perchè si aveva sott'occhio tutta la figura e si alza il braccio sinistro facendo un percettibile movimento verso destra al fine di parare il suo diretto - you can throw out all your blues and hit the city lights -.

A questo con la mano sinistra che è rimasta in alto - Cause there's music in the air and lots of loving everywhere - si andrà ad afferrare la nuca della controparte - so gimme the night - aggiungendoci con movimento veloce anche la destra - Gimme the night -.

A questo punto, con movimento deciso, si tireranno entrambe le braccia a se - You need the evening action - piegandosi in avanti e abbassando velocemente la testa - a place to dine, a glass of wine, a little late romance - per farla incocciare con il naso dell'avversario.

Adesso, con movimeto ad arco, ricollocarsi in posizione eretta e nel mentre sferrare una ginocchiata frontale - It's a chain reaction - per colpire gli organi genitali o il ventre - You'll see the people of the world coming out to dance - e doppiare il colpo con una gomitata laterale o dal basso in alto - 'Cause there's music in the air and lots of loving everywhere -.

Giunti a questo punto, afferarlo per spalle - so gimme the night - e ricolpire con una ginocchiata frontale o laterale tanto da farlo piegare - Gimme the night - e continuare con una serie di gomitate alla schiena per farlo andare a terra - So come on out tonight and we'll lead the others on a ride through paradise -.

Una volta a terra, colpire con calci mirati alla nuca fino a renderlo inoffensivo - And if you feel all right then we can be lovers 'cause I see that starlight look in your eyes - ripetutamente - Don't you know we can fly? - .


Allorquando reso inoffensivo, riscusarsi perchè si sono macchiate un così bel paio di scarpe e farsi un appunto mentale sulla domanda perchè chi ha gusto nello scegliersi le scarpe ginniche cerchi così spesso rogna.

Riflessione profonda sul dibattito politico

Questa nmattina, visto che devo lavorare e che potrò rientrare sull'Azure River solo durante il primo pomeriggio, ho intrapreso la mia consueta corsa di 10km mattutina e al mio ritorno ho potuto seguire, durante la colazione a base di proteine delattosate al 100% dopo la doccia, il dibattito politico della trasmissione Omnibus su La7.

Questo dibatitto mi ha causato un profonda riflessione interiore che è sfociata in una domanda dal forte connotato politico e sociale:

Ma quanto è figa Luisella Costamagna?



Mi scuso per l'audio fuori sincrono e per le due facce da culo che le fanno da contorno, ma l'unico altro video della Luisella sul Tubo era quello in cui si vedeva più Adinolfi che altro (e non è un bel vedere).

giovedì 16 aprile 2009

Starstronzate

Continuo la settimana dedicata ai mentecatti con una stronzata intergalattica che viene chiamata Pianeta Niburu.

In 2 parole: nel 2012, come riportato su presunte iscrizioni Maya o Sumere o altre cazzate simili, un pianetone enormemente più grande di Giove si schianterà sul pianeta terra distruggendo tutta la vita, oppure porterà una nuova razza che ha creato l'uomo e che verrà per dominarci, oppure un'altra cazzata millenaria a piacere. In tutto questo c'è 1 problemino: se il pianetone dovesse proprio arrivare nel 2012 (o poco dopo, come qualche mentecatto adesso azzarda per pararsi il fondoschiena), adesso, nel 4 mese del 2009, dovrebbe essere visibile anche da un cazzo di telescopio venduta al Lidl ed, invece, non si vede un cazzo di un cazzo. Per questa ragione questi minkioni stanno cercando una soluzione e il sito http://wakeupneo.blogspot.com (un'altra serie di acefali che ha trovato nella trilogia dei Wachowsky una ragione di vita) hanno elaborato questi due video che vado testè a presentare:

La prima parte è come un vecchio sketch di Zuzzurro e Gaspare a Drive in, nella quale si riesce a dimostrare attraverso una serie di presunte analogie (che però non centrano niente le une con le altre) che gli "antichi" avevano previsto qualcosa(dura 10 minuti, ma fa un sacco ridere guardare come si stracciano centinaia di anni di studi di filologia per semplice ignoranza).



Ma la parte migliore è la seconda, che dura pochi minuti ed è illuminante: la risata grassa esplode come un giacimento di grisù in una miniera di carbone cinese (vi consiglio di guardare tutta la menata di oltre 10 minuti della prima parte per apprezzare a pieno la seconda).





Sì, avete letto bene: STARGATE!

Sì, il film con Kurt Russel di qualche decina di anni fa, oppure la serie tv con il tizio che faceva McGiver!

Questi hanno uno spacciatore di fiducia davvero tosto!

Sto ancora scompisciandomi dal ridere e per fortuna che oggi sono nel sito industriale in cui ho un ufficio staccato e non ho nessuno vicino, perchè non sarei riuscito a trattenermi!!


P.S. Sono preoccupato, perchè il mio complottista preferito, quell'altro tormentato Martix ma con deliri apolcalittico/pseudocristiani (dai che ha anche una sezione sulla destra tutta sua), non posta più tanto spesso e lo sento affaticato...

mercoledì 15 aprile 2009

Rido sciando

Lo so, lo so, le scie chimiche sono una cazzata da mentecatti e una persona sana di mente non perderebbe nemmeno 2 microsecondi a confutare le tesi di questi poveri di spirito che credono a tutte le minkiate che vengono propinate loro, ma non sono riuscito a resistere questa volta e devo assolutamente mostrare questo:



Io mi immagino il povero milite dell'Arma che si troverà a sentire tutte le minkiate di questi sdrenati mentali!

C'è l'invito da parte del minkione a pubblicare il post sui blog ed io, ligio al dovere, eseguo...

Ma si può essere più pirla di così?

Questa settimana mi sono appassionato ai mentecatti...

martedì 14 aprile 2009

Io uso il lievito Bertolini e tu?

La rete è bella perchè ci sono un sacco di minkioni...

Oggi è il turno di questo

simpatico ragazzotto che pubblicizza in un inglese molto particolare la scuola dell'antigravità....

Io non voglio commentare troppo, mi bastano i suoi impagabili video che vado solamente a presentare:

Ecco il tempio dove c'erano i magneti, e poi tanta energia di 'sticazzi...



Poi c'è la ruota di cui il nostro eroe inventa un significato alla cazzo...



Ma ci sono sempre i amerikani bastardi che vogliono fregargli i pensieri, soprattutto quelli zozzarelli verso la giapponesina...



Si gioca con i colori e gli scarabocchi....



Per poi filmare, male come al solito, una macchina Enigma risalente alla II Guerra Mondiale usata per il decrittaggio dei messaggi dalla marina tedesca e dire una cazzata qualunque...



Il meglio va alla fine e basta leggere il titolo del filmato:




Io adoro questa gente!

venerdì 10 aprile 2009

Fame per soldi

Se io fossi in Irene Cara, li denuncerei a 'ste merde.




E non perdo nemmeno tempo a commentare il solito film di burinetti che sculettano felici e che fanno rimpiangere la filmatografia "danzante" passata...

P.S. Per problemi di tempo nemmeno questa settimana saranno pubblicate le Lezioni di Autodifesa.

giovedì 9 aprile 2009

Regggggimi morbidosi

Fatemi capire... le "famigerate ronde", simbolo di qualsiasi depravazione razziale coitale, sono state cassate in parlamento grazie a "quella mandria di servi del Berluska del PdL" che hanno votato contro l'articolo...

C'è un Regggggime morbidoso che fa a fare al Berluska quello che vuole e quello che non vuole, oppure sono tutte minkiatone di chi non sa a che santo votarsi per vincere effettivamente una cazzo di elezioncina di merda?


Intanto io continuo a vergognarmi perchè uno stronzo come il comico genovese milionario in euro ha una seppur minima influenza nella politica italiota. Da altre parti non si danno neppure le ossa agli sciacalli, adesso in Italia un paio di loro hanno a disposizione fin troppe salme...

martedì 7 aprile 2009

Solidarietà che fa buon brodo

Sta tranquilla Luciana, tu non corri il rischio di incontrare il negrone che ti lascia piena, per cui puoi rimanere a ciarlare da Fazio vita natural durante...


P.S. Già in troppi posti hanno parlato del Terremoto, per cui mi permetto solamente di ringraziare le unità cinofile.

venerdì 3 aprile 2009

Stupro Autodeterminato

Quando c'è qualche idiota che blatera su presunte superiorità delle altre kulture su quella Occidentale, vorrei fare notare che appena a ' sti quattro stronzi con l'asciugamano in testa gli si lascia un pochino di "autodeterminazione" (Massimo Fini, quanto ti piace sparare cazzate seduto comodamente sulla tua merda di scrivania di uno stracazzo di paesello occidentale, vero?), queste merde emanano subito una legge in cui si rilegalizza lo stupro domestico, oltre ad altre amenità...

P.S. Lezioni di autodifesa ritornerà la prossima settimana... più violenta e psicopatica che mai...

giovedì 2 aprile 2009

Gladioli primaverili

Oggi mi sono voluto fare davvero del male ed ho trovato un altro sito per gli sciroccati che girano nel web con i loro complottoni senza uno straccio di fonte, ma complicatissimi nel loro svolgimento, in cui le circostanze e le somiglianze (anche puramente inventate) sono tutto.

Questa volta sono in 2 a curare il sito, ma è lo stesso uno spasso!

Tutto il male possibile immeginabile è causato dalla massoneria, da Gladio e dalla Rosa Rossa (quest'ultima organizzazione è da sbellicarsi, roba da non riuscire a proseguire la lettura perchè le lacrime coprono gli occhi). In pratica per loro è come a trovarsi sempre nel cartone animato di Rocky e Bullwinkle, dove queste organizzazioni fanno la parte degli acerrimi nemici che ingegnano i piani più fantasiosi e compiono qualsiasi delitto.

In pratica: i delitti di Cogne e Erba, facile: massoneria (Vespa seppelisciti tu con i tuoi plastici, solo loro sanno la VERITA'); Moby Prince, più complesso: gli ammmerikani cioè Gladio; l'attentato al Papa di Ali Agca, troppo facile: massoneria e Gladio; Pantani, Ayrton Senna, il Grande Torino, una cazzata: massoneria; Jorg Heider, lapalissiano: la Rosa Rossa.

Ricapitolando: se uno scivola dalle scale è massoneria; se uno inciampa su un sanpietrino messo male è Gladio; se uno si punge con un fico d'india, non ci sono cazzi, è la Rosa Rossa!



Attenzione: un membro di Gladio che sta per compiere una qualsiasi malvagità

Giulietto il lettoniano

Ieri sera, ascoltando sempre l'ottimo Cruciani a La Zanzara su Radio24, ho avuto un momento di sommo gaudio e somma gioia: Giulietto si candiderà alle prossime elezioni Europee con un partito filorusso della Lettonia! Finalmente un posto dove sarà apprezzato per il fine intellettuale quale è... chissà se anche in Lettonia c'è una La7 dove potrà sproloquiare in libertà...
Una cosa mi ha colpito, quando Cruciani ha parlato del suo bellissimo film Zero che è stato (udite udite) seguito alla TV da 30 milioni di Russi, il simpatico baffetto dall'occhietto vispo ha nicchiato, si è schermito, per poi farfugliare Uzbekistan, Kazikistan, Georgia... ma sembrava un po' sorpreso della domanda... forse perchè questa notizia è uscita solamente nel suo sito (qui e qui, ma non ci sono cifre) e nel sito del film Zero? Mah...

Qui un articolo in cui l'Unità ironizza sul nostro Eroe, che cattivoni, non hanno capito che lui è semplicemente fantastico e lui risponde alla sfanculata da par suo, in pratica con alcune digressioni accusando tutto e tutti, dicendo soprattutto che nessuno lo ha cercato in Italia perchè lui non avrebbe voluto candidarsi con alcun partito in Italia (qui mi sfugge la correlazione causa - effetto, ma nell'universo di Giulietto, lo sanno bene chi ha visto il film Zero, le leggi fisiche hanno regole tutte loro, che non cambaciano con quelle dell'Universo in cui viviamo, tipo i principi della termodinamica)

P.S. Stamattina c'era Gianeustachio su La7 (che bel risveglio!), mentre ieri sera, sempre su La7, sono riuscito a cogliere solo 1 perla di Beppe Grillo (causa partita della Nazionale) in cui sbraitava (con la testa ingellata in maniera un pochino impressionante, tanto da sembrare Madeline Kahn quando interpreta Elisabeth in Frankenstein Junior) "La Massa si è fatta intelligente grazie alla rete" e mi sono chiesto prima di tutto cosa intenda per Massa, dopodichè mi sono sorti dubbi sempre più amletici: se "prima" la Massa fosse stupida, oppure se "prima" la Massa non potesse leggere i vaneggiamenti di un sacco di disadattati che adesso sono on line, oppure che "prima" il quoziente intelletivo degli abitanti di Carrara fosse discreto e adesso anche i cittadini di Massa potessero avere raggiunto le stesse condizioni (non essendo toscano, ignorerei questa notizia, per cui mi sentirei in dovere di ringraziare il noto comico milionario in euro genovese).
Ah, ho notato che Giacobbo su Voyager illustrava la "verità" sulla storia di Frankenstein (durata del mio permanere su Rai2, 5 secondi e 8 decimi)... e mi ha instaurato un DUBBIO: ma lo pagano davvero?

mercoledì 1 aprile 2009

Nazionalismo

Ok, la Carfagna come Ministro è impresentabile ed ha la rilevanza politica di uno struzzo affetto dalla congiuntivite, però come GNOCCA è GNOCCA e "Non ci sto" che una così:

Mara Carfagna quarta classificata mentre paritarizza le unghie in bocca

Sia messa dietro nella classifica della figaggine politica mondiale di questi 2 cessi dal Daily Mall:

Mercedes Araoz seconda classificata (tanto valeva premiare Rosy Bindi)



Sara Latife Ruiz Chavez terza classificata (una milfina che non sa tenere nemmeno bene in mano il microfono)


E questa qui che è passabilina, ma niente più di una sciaquetta:



Luciana Leon prima classificata (bella ragazzina in abitini da prima comunione)


Qui bisogna chiedere l'intervento dell'esercito/marina/aviazione, bombardare quei cazzo di inglesi che non capiscono un benemerito cazzo di niente.

Ma come cazzo si fa?

La Carfagna mentre elabora nuove strategie politiche


La Carfagna intenta a controllare la rete di sostegno per le pari opportunità