domenica 1 maggio 2011

L'Importanza della Zavorra

Giusto perchè non riesco proprio a stare lontano dal mio amatissimo lavoro e soprattutto perchè sabato pioveva, ho portato tutta la famigliola in un grande Centro Commerciale non troppo distante dall'Azure River.

Orbene, premetterò subito che, da un po' di settimane, la Dolce Metà ha scoperto che affibbiarmi la Piccolina in esclusiva per qualche ora per andare a fare shopping con la carta di credito che rimanda al mio conto corrente le risulta particolarmente congeniale.

Come detto, sabato, mi ha ammollato nella kinderheim, per squagliarsela. La Piccolina, però, se ne è accorta qualche minuto dopo, per cui è iniziata la ricerca, praticamente impossibile, vista la GLA (Gross Leasing Area, area affittabile lorda, in pratica quanti metri quadri ha il complesso escluse le aree comuni) e i 3 piani dell'edificio.

Dopo circa 1 ora di ricerca negozio per negozio, anche con lei sulle mie spalle che cantava la sua versione a cappella di Highway to Hell, sono iniziati i primi segnali di cedimento da parte sua. Il sonno l'ha colta mentre stavamo giungendo nei pressi di una panchina, così mi sono fermato lì, con la dormiente tra le ginocchia.

Ecco, mai ricevuto tanti sguardi e tanti sorrisi dalle donzelle al momento transitanti, come quando sono rimasto seduto su quella panchina con la duenne spaparanzata tra le ginocchia beatamente assopita.

Certamente, essendo felicemente sposato ed essendo la Dolce Metà piuttosto gelosamente violenta, è come avere un assegno da 5 milioni di euro in azioni Gandalf, peggio che inutile, speroche tutti convengano sia piuttosto dannoso (un calcio nelle parti intime è meglio che sentirsi le tiritere su quanto uno sia inaffidabilemnte un porco, senza ragioni plausibili, che possono protrarsi ininterrottamente per qualche ora).

10 commenti:

Agelmondo ha detto...

Ma dai, tua moglie deve essere ossessiva. Seguo sto blog da due anni (sotto diversi nickname, ok, ne cambio uno al mese a momenti) e non ho mai avuto l'impressione che tu sia uno che tradisce.
Sembra Joy di "My name is Earl", quando fa le sclerate a Darnell, a sentire quel che dici.

SCIUSCIA ha detto...

Verissimo.

Assurde, le donne.

leftheleft ha detto...

Joy di "My name is Earl
-------------------------
LOL

Single a trent'anni ha detto...

Mettiti nei panni della Dolce Metà: hai un marito gnocco (da come si descrive) e intelligente (da come lo vedo io) che gira il mondo cinque giorni su sette.

Un po' come se io stessi con la Arcuri e la vedessi due giorni al mese, ecco.

La capisco, povera stella. Però c'è un però: se la piccolina vuole la mamma, le si spiega "la mamma è uscita e torna dopo", sennò non impara a star da sola :)


sa30a

SCIUSCIA ha detto...

Non colgo il tuo ragionamento, Single: a me andrebbe benissimo scoparmi la Arcuri "solo" per 48 ore al mese.

Single a trent'anni ha detto...

Anche a me, e andrebbe benissimo anche farmi sposare dall'arcuri, scoparmela 48h al mese, farmi cornificare per le altre, e dopo richieder separazione con colpa e assegno di alimenti.

E' che l'Arcuri, stranamente, non collabora.

sa30a

URNO1 ha detto...

tiritere su quanto uno sia inaffidabilemnte un porco, senza ragioni plausibili, che possono protrarsi ininterrottamente per qualche ora.

------

Qualche ora? Fortunato.

Anonimo ha detto...

Attila, embé, sei figo e ti godi i vantaggi che ció comporta.
Capisco la Dolce Metá che ti vede meno di quanto vorrebbe.

bixx

Attila ha detto...

La Dolce Metà, come scrivo anche nella presentazione qui a lato, è, semplicemente la mia nemesi...

No, non sono così figo come voi pensate... sono solo in ottima forma per essere un 37enne...

Pensate ad avere la Arcuri per 48h al mese e durante queste abbia sempre il "mal di testa"? Ma come cazzo mi vengono 'sti pensieri...

Bixx, non me lo godo per niente... anzi, mi sento terribilmente in colpa in quei momenti...

essere disgustoso* ha detto...

alcune donne permettono di fare bambini.
alcuni bambini permettono di farti le donne.