mercoledì 26 agosto 2009

Sotto Shock

Sono sotto shock, la Corte Europea per i diritti dell'uomo (e ogni volta che lo sento, mi parte dal cuore uno "e 'sticazzi" in automatico) ha deciso: se qualcuno a volto coperto con un estintore in mano minaccia o tenta di aprirti il cranio e tu reagisci, è legittima difesa.

Ma come? Uno bbbbbbravo, bbbbbbuono, volontaristico, aiutatore dell'umanità, equo&solidale, noggglobalistico con un semplice passamontagna a coprire totalmente il volto, con estrema gentilezza porge un simpaticissimo estintore rosso all'indirizzo di una camionetta delle forze dell'ordine assaltata da un gruppetto di allegri amatori del mondo con tutta la delicatezza del caso per cui qualche cattivo esponente delle forze dell'ordine al soldo dell'impero del male e dei complottoni se la prende male reagendo e la Corte Europea per i diritti dell'uomo ("e 'sticazzi") non lo condanna nemmeno. Hanno proprio un concetto superato della legittima difesa, perchè se uno è bbbbbbravo e bbbbbuono ha tutto il diritto di assaltare qualsivoglia cosa e nessuno ha diritto a dire o fare un cazzo sennò è un fascista imperialista totalitarista bastardo evviva Nassiria e i fieri combattenti per la libertà dei popoli oppressi.

Io mi ero abituato alle sentenze creative, quelle in cui c'era la cazzata che usciva come il coniglio dal cilindro, tipo la nostra Cassazione che aveva definito impraticabile lo stupro se la tizia portava i jeans che equivale a definire impossibile l'omicidio se uno viene ammazzato mentre indossa un giubbotto antiproiettile (cos'è suicidio?), invece sono rimasto deluso, quella merda di buon senso e quello schifo dei principi per la civile coesistenza hanno avuto la meglio, da oggi l'Europa è più fascista imperialista totalitarista bastarda.

Per fortuna abbiamo sempre uno dei nostri eroi più rappresentativi Agnoletto che squarcia il velo di menzogna e di falsità (incartandosi un po' nel discorso per essere onesti) che copre tutto il globo terracqueo con il suo commento immortale: "La Verità è un altra". Ovviamente solo lui ha la conoscenza della Verità Suprema e noi siamo solo degli idioti che non riescono a intendere la complessità del Tutto, un po' come il mito della caverna di Platone.

34 commenti:

Admiral Benbow ha detto...

mi hai tolto il post di bocca, anzi dalle dita, volevo scrivere suppergiù lo stesso, incomprensibile come possa essere considerata legittima difesa il porre rimedio a uno che col passamontagna, mentre intorno impazza la guerra civile, ti assalta con un estintore tra le braccia. Ci vorrebbe Giacobbo per spiegare simili misteri. Infatti, come dice Agnoletto, la verità è un'altra, la camionetta dei Carabinieri era su un crop circle....

blumfeld ha detto...

E' vero, la Corte Europea non è andata fino in fondo con la verità. Infatti ha condannato SOLO lo Stato Italiano al versamento di 40mila euro per non aver preso tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza di chi manifesta. Dico "solo" perché ha condannato lo Stato Italiano e non ANCHE l'organizzazione del Social Forum che scelse di organizzare una manifestazione simile andando in giro con le mani bianche di farina anziché procurarsi un adeguato servizio di sicurezza che garantisse dall'interno la sicurezza dei manifestanti.

Yossarian ha detto...

Fra l'altro, mi ricordo che ai tempi, faticai parecchio (in un paio di occasioni rischiai anche di venire alle mani) per far capire all'esaltato interlocutore che un estintore da 8-9 kg nei denti fa molto, molto, ma molto male, e che se ti arriva sul cranio, questo fa la fine dei crani di Cronemberg in 'Scanners'.

Ma loro insistevano sul fatto, come quel fesso di Agnoletto, che Placanica aveva una pistola, e che questa era piu' letale.

Ah, gia': loro sanno la verita'...

Fra l'altro uno spettacolo a mio avviso anche piu' triste lo ha offerto il padre di Giuliani, che da sindacalista di second'ordine divento' politico e se non erro deputato.

essere disgustoso* ha detto...

qui apriamo ferite irrimarginabili...
d'accordo per la legittima difesa, placanica aveva poco più che vent'anni, ma come minimo quei due carabinieri dovevano essere radiati da ogni corpo militare, non sospesi. e in galera dovevano finirci i loro superiori.

perchè, a tanti anni di distanza, di tutta quella vicenda mi rimane un solo dubbio: cosa cazzo ci faceva, lì, cugnata in una strada chiusa, nella zona rossa, quella camionetta?
l'unica camionetta singola che, dieci minuti prima, era in gruppo con le altre? perchè era lì, sola, in una zona di guerra? si erano imboscati per una sveltina? o per farsi una canna? eppure la guida turistica aveva distribuito a tutti lo stesso berretto, era impossibile perdersi...

ora, non è mia intenzione difendere teppisti che lanciano estintori o spaccano vetrine, anch'io manifesto per diversi motivi e di certo non sento certi impeti distruttivi, neanche verso le forze dell'ordine, pasolinianamente parlando, ma a pagare del gesto di placanica doveva essere quello stronzo del suo superiore che lo ha mandato lì, un 20enne che stava per finire il servizio di leva: io la chiamo incompetenza dirigenziale o, con un po' di malizia, qualcuno sperava che succedesse qualcosa. e, kossighianamente parlando, è successa.

poi, e qui converrai anche tu, non è stato carino sentire intercettazioni dal centralino della questura con la poliziotta che si vantava dell'uno a zero per loro (o forse dovevano fare morale per riprendersi dal 12 a 0 di nassirya?).

come non è stato bello vedere de gennaro fare pressioni per il silenzio sulla diaz.

e gli agenti infiltrati che non si limitavano a raccogliere informazioni ma davano il via allo sfascio di vetrine? e questo era scritto anche nei loro dossier.

ecco, detto questo, ti prego di non fare post riguardo a quel g8, o qui non ne usciamo più.

in fournier we trust.

essere disgustoso* ha detto...

@yossarian
erri. heidi, la madre, da maestrina di provincia divenne deputata del prc con prodi.

il padre, almeno ai miei tempi, girava le scuole e le università per far conoscere la sua verità. andai a vederlo.

la cosa che più scioccò i suoi genitori non fu tanto l'uccisione ma, come mostrano almeno 3 diversi video realizzati da 3 diverse persone, il trattamento riservato al cadavere di un ragazzo di vent'anni. con qualche problema, è vero, ma pur sempre essere umano.

quei video mostravano:
-arrivo di un "plotone" ('na ventina) di carabinieri dopo lo sparo, plotone davanti al cadavere e, quando i militari vanno via, il corpo è girato dall'altra parte con qualche squarcio in più sul viso.

processo ripetuto, una quindicina di minuti dopo, da dei poliziotti.

ecco, sì, quello mi ha fatto abbastanza schifo. se aveste un figlio così non sareste fieri di lui ma, se lo ammazzassero prima e trattassero in quel modo il suo cadavere poi, be', non so voi, ma io ci rimarrei un po' male.

e di certo, carlo giuliani non era il più miserabile in città, quel giorno.

Admiral Benbow ha detto...

sul dopo la morte di Giuliani l'aneddotica mortificante a carico di chiunque abbia avuto in ruolo in quel macello si spreca, e non credo che l'intenzione di Attila fosse la difesa della categoria manganellata tout court. Limitandosi al fatto (abitudine che in Italia pare impossibile), la sentenza della Corte Europea pare logica e oserei affermare sensata. Durante una manifestazione assalti le forze dell'ordine a volto coperto e con oggetto contundente in mano. Che ti arrivi una revolverata ci sta. Poteva non succedere, ma è successo. Detto questo, non sei dalla parte della ragione.

Anonimo ha detto...

Essere disgutoso, sei un idiota. Non ho altro da dire.

Basta Con La Droga ha detto...

Allora, voi non capite niente: Giuliani e i suoi amici stavano facendo la danza della pace attorno alla camionetta dei carabinieri, ok? Da questa è caduto un estintore e Giuliani lo stava restituendo ai militari, no? E uno di loro gli ha sparato in bocca. Fine della storia.

Anonimo ha detto...

No, Basta Con La Droga, ma siamo matti?
Cioè, ma ti rendi conto, questi con la macchina sono passati in 3 in mezzo ad una manifestazione pacifica col deliberato scopo di provocare disordini. Poliziotti bastardi.
Non contenti quando Giuliani gli stava per restituire l'estintore gli hanno pure sparato con la scusa che si sentivano minacciati.
Che pezzi di merda.
Violare una strada di _proprietà_ di pacifici manifestanti al deliberato scopo di provocare casini.
Roba da fascisti proprio.

Basta Con La Droga ha detto...

E poi, cazzo ti porti dietro estintori in macchina? Ma si può? Dai...

essere disgustoso* ha detto...

@admiral benbow feat. aspiranti cabarettisti:
mi dispiace non abbiate letto bene ciò che ho scritto, vi invito a rifarlo e nel frattempo ribadisco: ho ribadito più volte che depreco il comportamento di carlo giuliani, mi sono detto d'accordo con la sentenza, dunque con la legittima difesa di placanica (da qui non capisco le esagerazioni degli ultimi due: ehi attila, non sapevo fossi una succursale della palestra di luttazzi...) e, sempre d'accordo con la sentenza della corte europea, ho spostato il discorso sulla gestione errata da parte dei nostri amministratori e dei nostri tutori dell'ordine.
se dici che sono dalla parte sbagliata, cosa intendi?

certo, sempre se non vogliamo negare tali problemi, a partire dalla scelta del luogo del g8: l'unico g8 col morto è stato quello. casualità?

dunque vertevo la discussione e mi domandavo: se c'è un capo che gestisce ed organizza e qualcosa non funziona, perchè il capo rimane lì? se hai delle mansioni di particolare responsabilità sarebbe bello assumersele, qualche volta.

d'altronde avevo posto una semplice domanda: perchè quei due carabinieri erano lì? non hanno sbagliato? o si erano imbambolati volontariamente?

chiedo solo che gli incapaci vengano allontanati invece che promossi: non mi sembra una richiesta così anarco-insurrezionalista.

il resto era semplice corollario a sostegno della tesi che, ai vertici delle organizzazioni di tutela e difesa del cittadino, in quei giorni, c'era del marcio. comportamento che, escluso fournier, all'epoca vicequestore di genova, e altri quattro poliziotti della sua sqaudra hanno perpetuato sino alla chiusura del processo sulla diaz con l'omissione e la calunnia (e questo lo dicono i giudici, non i no global).

proprio non capisco, da basta con la droga agli utenti anonimi, perchè siate partiti in quinta: non sono il vostro psichiatra, se volete scaricare le frustrazioni covate contro chi ha capelli più lunghi di 8 cm esigo almeno una buona parcella.

ah, e non si chiama aneddotica mortificante: direi meglio prove processuali, quando queste rinvengono (al contrario delle molotov smarrite dall'efficientissima, legaritarissima e innocentissima questura di genova).


@anonimo n.1, basta con la droga, anonimo n.2:
grazie, adoro le risposte articolate costruite su solide motivazioni. lapalissiano segnale d'inequivocabile acume intellettuale.

Basta Con La Droga ha detto...

Oh, Essere Disgustoso, ma chi ti ha cagato di orbita di Saturno?

essere disgustoso* ha detto...

difatti.

grazie per la conferma.

Yossarian ha detto...

@essere disgustoso

Alor:

Sull'impreparazione delle forze dell'ordine c'e' ben poco da dire: e' vero, cosi' come la storia della Diaz non rimarra' certo una delle pagine piu' fulgide della storia della polizia italiana.

Ciodetto:
la camionetta nella zona rossa: scusa, ma se non ci poteva andare la camionetta nella zona rossa, allora chi ci doveva andare?

Si presume che i carabinieri avessero tutto il diritto di muoversi come pareva loro nella zona rossa. Quanto alla 'momentanea' separazione della camionetta dalle altre:

Non mi risulta che i carabinieri siano tenuti a comunicare in anticipo le loro tattiche e i piani per gestire l'ordine pubblico ai manifestanti o chicchessia. Perche' quindi tutte ste pippe sulla posizione della camionetta?

Qualunque fosse stato il motivo per cui la camionetta si trovava li', giusto o sbagliato, casuale o meno che fosse in termini di 'tattica' il piano dei caramba, questi avevano pieno diritto a trovarsi li'. Non dovevano fornire spiegazioni a nessuno.

Non e' la posizione della camionetta il punto, ma perche' un branco di idioti abbia deciso di attaccarla.
La risposta e' semplice: dal momento che i blac merd avevano, al contrario della polizia e dei caramba, piani ben precisi per mettere a ferro e fuoco la citta' ed essendo effettivamente in gamba come 'guerriglieri urbani', hanno fatto quello che fa qualunque formazione armata durante uno scontro: vedi un nemico isolato, gli vai addosso e lo carichi di mazzate. Punto.
Quello di Giuliani, francamente, e' un 'occupational hazard' che capita a chi decide di mettere a ferro e fuoco una citta'.

Infine

Su Placanica 'novellino'

Ok, d'accordo, ma scusa, la polizia si aspettava qualche casino, ma non dell'ordine che venne poi a verificarsi.
Cosa dovevano fare? Schierare i Lagunari? i 'Lupi di Toscana'? Telefonare al SAS inglese? Chiamare i Marines?

E a proposito di 'novellini' e dinamica di scontri e combattimenti:

Guarda che in una situazione come quella di Placanica, dove un tizio ti sta per spiaccicare la testa con un estintore, l'addestramento non c'entra una cippa:
Che fosse colpa di Giuliani o no, in quell'istante la situazione aveva preso una piega senza via d'uscita: o Giuliani o Placanica. L'estintore stava per arrivare sulla capoccia di Placanica e Placanica ha sparato. Lo avrebbe fatto anche un colonnello dei SEAL:
Questo e' probabilmente il motivo per cui la Corte Europea ha deciso giustamente che si trattava di legittima difesa.

Addestramento, non significa lasciarsi ammazzare. Significa reagire alle minacce in maniera adeguata, e nella situazione di Placanica, in cui non c'era spazio fisico per muoversi e un oggetto contundente ti stava per fracassare il cranio, avrebbe sparato anche un membro dell'SAS britannico. Era un vicolo cieco: e ripeto, che fosse stata colpa di Giuliani o meno, quel vicolo cieco si era creato, e da quel vicolo ne sarebbe uscito solo uno.

Least but not last

Il governo sottovaluto' la faccenda in maniera irresponsabile e anche criminale: quel pirla di Berlusconi, il giorno prima, invece di controllare i piani per le forze dell'ordine, andava in giro per Genova a dare pareri estetici sulla posizione delle fioriere, ma vogliamo anche ricordare la trasmissione su Rai tre, andata in onda la sera prima, condotta da quel pirla sfigato di Gianni Mina' (che anche Castro si tocca i coglioni quando lo incontra, ormai), e dedicata agli zapatisti, con tanto di intervista al 'mitico' subcomandate Marcos e l'idiota Casarin che marciava in testa al pueblo zapatista in Messico e inneggiava alla rivoluzione antiglobalista?

Io questa la chiamo propaganda irresponsabile e criminale, e come dicono da ste parti era una "recipe for disaster" che puntualmente avvenne.

Mi dispiace per la storia del cadavere di Giuliani.
Quella non la sapevo ed e' stata una brutta pagina. Concordo.

Admiral Benbow ha detto...

Intanto mi scuso per il mio post che era ben oltre i limiti della dislessia, non so nemmeno come avete fatto a capire il senso di quello che ho scritto... :-)

Veniamo a noi: vai a fare una rapina in banca e minacci la gente di spaccargli il cranio....metti in conto che può andar male e magari ci rimetti pure la pelle, o no? O se succede è colpa della società che fa schifo e della polizia che è nazifascista? Assalti una camionetta dei Carabinieri a viso coperto e brandendo un estintore....metti in conto che la mamma puoi non rivederla o no?

Poi possiamo pure interpellare Kossiga su cosa ne pensa del Big Bang e della teoria della relatività, però il fatto è abbastanza lapalissiano e come tale è stato "sentenziato" dai tribunali.
Una volta morto Giuliani ci sono state "prove processuali" che dimostrano comportamenti esecrabili se non addirittura illegali da parte dello Stato e/o di suoi rappresentanti? Ok, si proceda pure su quelli, ma Giuliani (non tu Disgustoso) era dalla parte sbagliata, quella di chi si candida a prendersi una revolverata in fronte, e se non ci è arrivato prima mi dispiace per lui.

Basta Con La Droga ha detto...

Essere Disgustoso, fammi capire la logica: non leggo i tuoi commenti perché... boh... perché non mi va di farlo dato che lo scroto mi scende alle caviglie alla prima riga e tu, con un velatissimo sarcasmo, rispondi che ciò dimostra il mio (scarso) acume intellettuale?

A occhio e croce il mondo è pieno di ritardati che ti trovano interessante come una riunione condominiale, pensa un po'.

Basta Con La Droga ha detto...

@ Yossarian: la storia del cadavere di Giuliani è un'altra stronzata grande come la Cappella Sistina. Giuliani aveva un passamontagna in testa e, dopo essere stato colpito alla testa da un proiettile (sparato da Placanica che, ricordiamolo, aveva il volto coperto di sangue perché qualcuno aveva pensato che infilare una spranga di metallo - che si vede anche nel video - all'interno del veicolo dell'Arma fosse un altro segno di pace universale), si è beccato anche due ruote in faccia perché i Carabinieri hanno ingranato la retro per scappare. Logico che, una volta che il passamontagna è stato rimosso, il volto di quel santo di Giuliani mostrasse qualche graffio.

blumfeld ha detto...

In assenza di prove che dimostrino altrimenti, la dinamica dei fatti di quel giorno è tutta contenuta nella richiesta di archiviazione.
Alcuni punti salienti (cito direttamente dalla fonte):
- Verso le ore 17.00 il reparto, inseguendo i manifestanti, percorre via Invrea e arriva in piazza Alimonda dove, in un momento di relativa calma, ormai ridotto a una cinquantina di uomini, viene riorganizzato
- In tale circostanza sono presenti anche due defender utilizzati per i collegamenti fra i reparti. In uno vengono fatti salire i Carabinieri Placanica e Raffone in quanto intossicati dai lacrimogeni
- il reparto viene schierato su via Caffa in direzione via Tolemaide per fronteggiare un gruppo di manifestanti che aveva formato una barricata con i cassonetti
- Il gruppo di Carabinieri viene fatto oggetto di un fitto lancio di pietre e bottiglie fino a quando la pressione si fa insostenibile anche perché parte dei manifestanti stava effettuando una manovra di accerchiamento in via Odessa. Improvvisamente vi è un ripiegamento disordinato da parte dei militi a piedi che lascia scoperti i due defender che si trovano alle spalle del reparto
- Nella concitazione del momento i guidatori dei mezzi cercano di ripiegare velocemente verso Piazza Tommaseo. Si assiste ad un tentativo di invertire la marcia su un terreno cosparso di oggetti (pietre, cassonetti della spazzatura e altro); i mezzi si ostacolano a vicenda e l’inversione non riesce a quello guidato dal Carabiniere Cavataio che va ad incastrarsi contro un cassonetto
- Il mezzo viene in pochi attimi raggiunto dai manifestanti provenienti da via Tolemaide e via Odessa
- I manifestanti raggiungono di slancio il defender con a bordo i Carabinieri Cavataio, Raffone e Placanica. Inizia una fitta sassaiola, i vetri laterali vengono sfondati con spranghe e bastoni, il vetro posteriore viene infranto

Il defender su cui si trovavano i carabinieri non si era appartato, era rimasto indietro durante il ripiegamento.

Interessante, inoltre, la testimonianza del tipo che brandiva la trave: "il rumore era assordante ed io trovata a terra una trave, cominciai a colpire il tetto del mezzo; l’ultimo colpo lo diressi all’interno del mezzo il cui finestrino posteriore destro era già frantumato. Vidi per un attimo il volto del carabiniere che era posizionato nella mia direzione ne colpii la sagoma, poi lo vidi accucciarsi. Mentre avveniva tutto ciò la gente intorno urlava frasi di disprezzo e minaccia nei confronti dei CC quali “bastardi, vi ammazziamo". Non ho udito frasi provenienti dall’interno della camionetta ma in quel trambusto non posso escludere che siano state proferite". [...] Nella parte posteriore del mezzo Raffone, colpito al volto e al costato, si accuccia mentre Placanica cerca di proteggerlo e urla “finitela, andatevene!”. [...] Dopo essere stato colpito al capo Placanica estrae la pistola e urla “andatevene o vi ammazzo”. Dai video agli atti si percepisce che alcuni manifestanti vedono la pistola e si allontanano. La circostanza è confermata dallo stesso Predonzani: “Ad un certo punto mi accorsi che uno dei CC all’interno del mezzo stava brandendo una pistola e diedi l’allarme. Nella confusione penso di essere stato sentito da alcune delle persone che mi circondavano”. A questo punto Carlo Giuliani, che in inizialmente si trova sul lato del mezzo a fianco di Predonzani e Monai, si porta sul retro del mezzo e raccoglie da terra l’estintore (già lanciato almeno una prima volta contro il Defender da altro aggressore). Viene colpito nel mentre ha sollevato l’ estintore sopra la testa ed è nell’atto di lanciarlo (più precisamente nel momento in cui lo lancia).

Chi fosse interessato a leggere il testo nella sua interezza, lo può trovare a questo indirizzo:
http://www.processig8.org/Alimonda/richiesta_di_archiviazione.html

Yossarian ha detto...

@Basta con la Droga

Guarda Leo, io della storia del cadavere di Giuliani non sapevo nulla, l’ho appreso per la prima volta da ED in questo thread.

La mia era ovviamente una considerazione generale dettata dal fatto che, per come la vedo io, le salme, anche dei pirla, vanno rispettate. Saro’ scemo, ma son fatto cosi’.

Va detto tuttavia che:

A) La tua osservazione per me ha parecchio senso. Chi e’ stato appena ucciso da un proiettile da 9mm alla testa, non ha il look di George Clooney.

B) ED parla di tre filmati, ok, ma le prove? Scusa ED, con calma e pacatezza, ma si vede nei filmati che questi fanno scempio del cadavere o si tratta, come in tutta la faccenda di Giuliani, di ‘forse’, ‘potrebbe’, ‘ma pero’, etc etc’?

C) davvero, io di tutto il bordello su Giuliani, la storia del cadavere non l’avevo mai sentita. Se mi portano le prove che qualcuno ha preso a calci la faccia di Giuliani morto, beh allora m’incazzo, perche’ anche il cadavere di una testa di cazzo, merita rispetto, ma fino a quel momento, ossia le PROVE, mi astengo dal giudicare.


Infine: se uno decide di giocare a fare il ‘Tupamaros para la revolucion’, deve essere abbastanza onesto da assumersi i rischi e le responsabilita’ che fare il ‘guerrigliero urbano della revolucion’ comporta.
Non puo’ tirare molotov e poi piangere e fare il pacifista perche’ i carabinieri lo caricano giustamente di mazzate, o peggio.

Carlo Giuliani, aveva scelto di fare ‘l’eroe della revolucion antiglobalista’, quindi come in tutte le rivoluzioni a volte capita che il rivoluzionario finisca ‘six feet under’. Punto.

@Blumfeld

Sei un grande Blumfeld, grazie per il link

“Improvvisamente vi è un ripiegamento disordinato da parte dei militi a piedi che lascia scoperti i due defender che si trovano alle spalle del reparto”

Esatto, come succede generalmente, (e come avevo supposto), in tutti gli scontri: quando una parte ripiega e qualcuno rimane isolato, gli inseguitori si accaniscono sulla persona o il reparto isolato.

Quella dei blac Block era una tattica precisa di guerriglia urbana, quindi che non mi vengano a raccontare che si trattava di confusione e che il ‘povero Giuliani’ e blah, blah blah.

Fra i talebani circola un proverbio che dice: ‘se tiri gli estintori a una camionetta americana, ti fanno un buco in testa’. Punto.

Yossarian ha detto...

Postilla

Su tutta la vicenda, aleggia da parte dei centrosocialati e non, una puzza di ipocrisia che mi ripugna:

Se, poniamo, dopo il fatto, i centrosocialati avessero rilasciato un comunicato di questo tipo: 'onore al compagno Giuliani caduto combattendo coraggiosamente l'imperialismo occidentale e globalista', beh mi avrebbero fatto schifo lo stesso, ma avrei capito il senso del comunicato.

Invece, hanno cercato di far passare Giuliani come una specie di Gandhi, brutalizzato dalla polizia.

Con tutti gli orrori commessi da quelle merde delle BR, va detto comunque che mai Renato Curcio ha tentato di far passare la morte di Mara Cagol, uccisa dai caramba in uno scontro a fuoco, come il brutale assassinio di una povera vittima indifesa da parte del 'potere'.

I centrosocialati, invece, da bravi etno-fighetti figli di papa', prima tirano gli estintori e poi quando vengono beccati, nascondono la mano e corrono dal papi frignando 'papi, papi, mi vogliono mettere in galera, chiama l'avvocato, o paga il conto per me, sono tutti brutti e cattivi'.

Renato Curcio e' una testa di cazzo, ma sapeva, a differenza dei figli di papa' centrosocialati, che la rivoluzione non e' un pranzo di gala...

Basta Con La Droga ha detto...

Premesso che anche io sono dell'idea che anche le salme dei pirla vadano rispettate, nei filmati - che, per inciso, si trovano anche su youtube - si vedono solo le forze dell'ordine attorno al corpo di Giuliani con il volto martoriato scoperto. Quindi direi che, come sempre, ci troviamo di fronte ai soliti "forse", "potrebbe", "se faccio 6 al superenalotto", etc. Ti aspettavi altro? No, sul serio: ti aspettavi davvero di vedere celerini che giocavano a calcio con la testa di Giuliani?

essere disgustoso* ha detto...

@basta con la droga
fammi capire: davvero non hai letto quello che ho scritto ma hai risposto? scusa la domanda ma: che cazzo hai risposto?
sai, non è in questo modo che si dissolvono i dubbi sul tuo acume. anzi.

e mi ci hai anche preso per il culo, su cose che non ho mai detto. chi sei, maurizio gasparri?

se fai fatica a leggermi so che è colpa mia: la prossima volta, tra una riga e l'altra, inserirò immagini di anziani che deflorano illibate diciottenni. giusto per motivarti la lettura.

inoltre ti consiglio di rivedere il significato stretto del dibattere civile tra persone adulte e, soprattutto, se non sai cosa ha scritto l'altro, non rispondere: la bocca non si apre solo per darle fiato. nonostante nel tuo blog ci siano più bestemmie che frasi sensate.

sul serio, sei un personaggio: avrei dovuto liquidarti con la prima cosa che mi è venuta in mente dopo aver guardato la tua foto: ma posso prendere lezioni di dignità da uno con un pizzetto del genere che fa fatica ad eccitarsi in assenza di anziani decrepiti?
in tutta sincerità, no. ma proprio no e no.


@yossy
oh, finalmente qualcuno con cui instaurare civile dialogo! veniamo al dunque:

1) la camionetta. come da richiesta d'archiviazione (thanks to blum) qualcosa non ha funzionato. se l'altra camionetta ce l'ha fatta e quella di placanica no, un motivo c'è: chiamala impreparazione, idiozia o sfortunata casualità, ma c'è stato. come fai a finire di muso contro un albero? perchè i poliziotti che prima avevano caricato non sono andati a difendere placanica e soci? un errore c'è stato.

2) il perchè del discorso è semplice: sono per una società legalitaria e meritocratica: chi sbaglia paga, ovunque. e non pagano solo i diretti responsabili ma anche chi li ha scelti e messi lì, come avviene in ogni azienda, come dovrebbe avvenire in ogni attività pubblica.
purtroppo, in tali circostanze, i veri colpevoli non pagano mai, da giorgiana masi ad ustica fino al rapimento di abu omar.

essere disgustoso* ha detto...

3) sul cadavere: andai a vedere il padre di carlo giuliani in terzo o quarto superiore e, sebbene su youtube girino frammenti faziosamente rimontati che non risolvono nulla, alcune immagini provengono da lì ma, francamente, non so dove reperire i filmati che vidi.

da quello che ricordo c'erano queste due squadre che, a turno, facevano un cordone umano davanti al cadavere e, al momento dello scioglimento del cordone, si vedeva il corpo girato dall'altra parte, in posizione diversa. e saprai di certo che, quando c'è un morto, regola n.1 per un comune celerino è non toccare quel cadavere in attesa di sanitari e polizia scientifica.

in più, non si parla di qualche graffio sul viso, ma di teste spaccata, caro il mio basta con la droga: giuliano giuliani menzionava una pietra al lato della strada, prima, accanto alla testa di carlo giuliani con la punta completamente insanguinata, poi. non ricordo poliziotti che correvano avanti e indietro per rispondere alle cariche. e, se ricordate, oltre le immagini del poliziotto che insegue un manifestante gridandogli "tu, l'hai ucciso tu con il tuo sasso", le prime notizie che uscirono dalle agenzie parlavano di uno spagnolo ucciso dal lancio di pietre dei no global: non è carino spaccare la testa di un manifestante morto per far cadere la colpa sui suoi compagni.

non voglio criminalizzare la polizia ma, come in tutte le categorie, dai preti ai papponi, c'è del marcio: come placanica stesso ha ribadito più volte, al ritorno in caserma fu accolto con festeggiamenti e, in quest'intervista ( http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/11_Novembre/29/placanica.shtml ) in lui affiorano tutti i dubbi: perchè nessuna carica dispersiva durante quel parapiglia? perchè la testa spaccata? non stiamo parlando di graffi sul viso.

4) totalmente d'accordo sui black cock: la violenza, di qualsiasi colore, forma o deiezione, è sempre criminale.

5) addestramento: dico solo che se avessere mandato me, a vent'anni dopo sei mesi di servizio, credo che qualche casino l'avrei combinato.

6) casarini? chi è?

@admiral benbow
non ho mai sostenuto che lo stato abbia ucciso giuliani ma spostando il giudizio su tutta la manifestazione non posso non pensare che qualcuno abbia fatto le cose deliberatamente a cazzo di cane sperando che qualcosa andasse storto, sicuro dell'impunità come in ogni strategia della tensione che si rispetti.

Basta Con La Droga ha detto...

Essere disgustoso - Comincio DAVVERO a credere che tu abbia un deficit cognitivo considerevole, in parole povere: con ogni probabilità sei un mongospastico politicamente corretto che ha votato PD.

Non ho MAI preso in considerazioine l'idea di rispondere a te né alle tue argomentazioni; ho semplicemente lasciato un commento a un post su un blog che consulto con una certa frequenza.

Non ti ho preso in considerazione, non m'interessa cosa scrivi né cosa hai da dire.

D'altra parte *TU* hai scritto (copio-incollo) "@anonimo n.1, basta con la droga, anonimo n.2:
grazie, adoro le risposte articolate costruite su solide motivazioni. lapalissiano segnale d'inequivocabile acume intellettuale."

*Lapalissiano* è che TU hai risposto a ME perché hai lo stesso senso dell'humor di un gatto con la coda troppo lunga in una stanza piena di sedie a dondolo.

Ora, se hai voglia di continuare la sciarada e farti perculare senza pietà, accomodati pure.

Per quanto riguarda la "testa spaccata", Giuliani si è beccato una pallottola in bocca e un paio di ruote in faccia con tanto di camionetta sopra. Tutto il resto sono, se mi passi il francesimo (ma anche se non me lo passi) UN MUCCHIO DI COGLIONATE ATOMICO-ROTANTI.

Ciao, essere disgustoso.

essere disgustoso* ha detto...

@bcld
difatti è risaputo che le gomme di un range rover producono ferite da arma acuminata (...).
e la pietra insanguinata è finita lì per caso. e la punta così rossa? oh, si vede che quel giorno qualche poliziotta aveva le mestruazioni.

e adesso basta, non ce la fo' più.
solamente l'ultima cosa mi preme davvero controbattere: mai votato pd. nè ds.

no, neanche prc. nè pdci.

e nonostante tutto mi sei simpatico.

saluti,
ed*.

Basta Con La Droga ha detto...

Fuori le foto della pietra acuminata e la foto delle ferite inferte dalla stessa.

Yossarian ha detto...

@Essere Disgustoso

"oh, finalmente qualcuno con cui instaurare civile dialogo!"

E' qui che ti sbagli: sono incivile, rutto e scoreggio. Puzzo anche un po' e mi scaccolo con pervicace assiduita'.


ED guarda, Giuliani e' francamente indifendibile, non lo mescoliamo a Ustica o a Giorgiana Masi, si rischia di insultare gente che davvero e' morta innocente.

"andai a vedere il padre di carlo giuliani in terzo o quarto superiore e, sebbene su youtube girino frammenti faziosamente rimontati che non risolvono nulla, alcune immagini provengono da lì ma, francamente, non so dove reperire i filmati che vidi."

Questa tua affermazione, perdonami, ma e' quello che si suol definire, un 'dedalo di contraddizioni'.

@Basta con la Droga

"Premesso che anche io sono dell'idea che anche le salme dei pirla vadano rispettate"

Non ne ho dubitato nemmeno per un attimo. La mia era una classica 'affermazione retorica'.

E come dici giustamente tu, non mi aspetto certo di vedere i celerini che giocano a pallone con la testa di quel minus habens.

Ora scusate, ma mi levo elegantemente dalle balle, poiche' grazie a dio qui in UK c'e' un weekend lungo e io devo:

A) Molestare Rachel

B) Scrivere un post orribile

C) Scaccolarmi

D) ascoltare i Depeche...BUAUHAUAH...

E) commentare il prossimo post di Attila

F) commentare il prossimo post dell'Arpioni

G) Leggere

H) battere un fottuto americano al wargame della battaglia di Gettysburg.
Io ovviamente tengo il generale Lee et i confederati.

I) Bestemmiare


Saludos a todos

PS Giuliani riesce a scassare la uallera anche da morto: era proprio un destino il suo.

essere disgustoso* ha detto...

@yossy
mi basta il dialogo civile. alle scorreggie sono abituato.

ripeto per l'ennesima volta: non troverai una riga scritta da me nella quale difendo il suo operato o i suoi modi di esporre ragioni.
quello tra ustica-masi-giuliani non era un paragone riferito alla vittima quanto all'assenza di colpevoli.

chiedo solamente giustizia: i vertici di quella polizia fecero di tutto e sotto gli occhi di tutti. leggi le interviste di fournier sulle pressioni ricevute da de gennaro e soci, poi ne riparliamo.

contraddizioni? qui sotto ci sono due link, vedi se ti soddisfano quelli ma non riuscire a reperire fonti non è cadere in contraddizione: significa proprio non riuscire a reperire fonti.
non è vero che su internet si trova di tutto. io, comunque, quel documentario lo vidi.

buon uk!

@bcld
questo video è della onlus del padre (http://www.youtube.com/watch?v=LljyhQNVa04), ed è un estratto del documentario che vidi ormai sette, otto anni fa.
nel primissimo fotogramma si vede la parte precedente, quella che parlava dei calci al cadavere e dei cambi di posizione, purtroppo irreperibile.

e, se hai molto tempo da perdere, ho trovato immagini migliori (al minuto 2:54 di http://www.youtube.com/watch?v=H7jEDodCZfo&NR=1 ): e quel buco in testa, dato che non lo ha fatto la pallottola, dato che non lo ha fatto il land rover... be', quella pietra sporca di sangue, che prima era a qualche metro, comincia ad essere sospetta, non credi?

Alessio ha detto...

Essere disgustoso*,
sono l'utente anonimo dei commenti numero 7 e 9.

"non ho mai sostenuto che lo stato abbia ucciso giuliani ma spostando il giudizio su tutta la manifestazione non posso non pensare che qualcuno abbia fatto le cose deliberatamente a cazzo di cane sperando che qualcosa andasse storto, sicuro dell'impunità come in ogni strategia della tensione che si rispetti."

Oh, finalmente lo dici apertamente.
Ammetti di essere un individuo che, arrestato un topo d'appartamento colto sul fatto, se la prende con la polizia che non gli ha letto i suoi diritti.
Sì, con il tuo garantismo da due soldi mi ci pulisco il culo.

Sì, do ragione alla polizia che ha cercato di dare la colpa ai no-global sporcando il sasso.

L'AVREI FATTO ANCHE IO se avessi rischiato dei guai per aver difeso la pelle dagli attacchi di quegli stessi no-global.

E probabilmente li avrei poi cercati uno per uno e li sarei andati a prendere a casa.

E nn me ne fregherebbe un cazzo
se "rischiare la vita è il lavoro dei carabinieri".
Perchè è quella gente che peggiora il mondo rendendolo un posto di merda.

Il fatto poi che tu pensi che ai carabinieri piaccia rischiare la vita per creare tensione, e che tu li stia ACCUSANDO DI AVER SBAGLIATO A FARE MANOVRA CON L'AUTO SU UNA STRADA PIENA DI DETRITI conferma la mia opinione che tu sia un idiota, e aggiungerei pure un bel "militante col cervello fritto".

Ah, e se un carabiniere ha superato l'addestramento non ci sono prove che non abbia esperienza sufficiente a gestire situazioni di pericolo. Queste sono tutte elucubrazioni tue volte ad attaccare ciò che in questa situazione non ci sarebbe alcun motivo di attaccare.

Vuoi parlare dei fatti della Diaz? Parlane. Vuoi denunciare la disorganizzazione? Fai pure.

Ma che per prendertela con lo stato (cattivo, è ovvio) tu debba arrivare a trovare responsabilità in chi rischia la vita PER COLPA DI UN GRUPPO DI TEPPISTI ESALTATI è una cosa che per me dimostra ben più inciviltà del tentativo di depistaggio dei soci di Placanica.

E ora continua pure a cercare maligni complotti di stato.
Io continuerò a ritenere i Black Bloc dei bastardi incivili, perchè, mentre nella mia vita di persona ignorante lo stato italiano ha tenuto me e la mia famiglia al riparo dalla crisi globale, i Black Bloc hanno solo creato disordini e cercato di minare la mia tranquillità.

Basta Con La Droga ha detto...

BAHAHAHAHAHAHAHAHA! E.D., tu sei VERO e tutto ciò è meraviglioso.

Non credo che tu ti renda conto della portata delle stronzate iperspaziali che hai postato.

Nel primo video si vede lo stivale di un poliziotto che, con ogni probabilità, stava semplicemente camminando; nel secondo invece si vede una foto con il cadavere di Giuliani e un sasso sporco di sangue esattamente come tutto ciò che circonda la salma nel raggio di un paio di metri.

La parte, se possibile ancora più divertente, è che sei talmente rintronato che non riesci a capire perché la storia del sasso sporco non sta in piedi nemmeno con un'impalcatura di ghisa... eppure parli di "polizia scientifica" come se fossi il cazzutissimo Gil Grissom.

Te lo spiego, ok? O, ameno, ci provo. Tu cerca di seguirmi senza che ti venga un ictus per lo sforzo che il tuo povero cervello deve sostenere.

Giuliani si è beccato una pallottola in faccia, ok? Ci sei? Perfetto.

Arrivano i rinforzi, un cazzigliaio di poliziotti e carabinieri.

Questi si guardano in faccia e attaccano "Hey! Uno di noi potrebbe finire nella merda fino al collo per questa storia... cosa facciamo?"; si guardano attorno, uno di loro schiocca le dita e fa "Idea! Spacchiamo il cranio al cadavere e facciamo credere che, a farlo, sono stati i suoi amici no-global black bloc, lì, quello che cazz'è!"; tutti i suoi colleghi si girano, lo guardano e fanno "Ma tu sei proprio uno stracazzo di fottutissimo genio, amico!"; quindi cominciano a palleggiare la testa di Giuliani a scarpate e usano quello che ne rimane come bersaglio per il lancio del sanpietrino.

Poi arriva il coroner... anzi, no scusa... mi sto incasinando con CSI di nuovo... arriva l'immortezzaro, carica la salma e, all'ospedale, quando fanno l'autopsia, si trova un maledettissimo proiettile nella testa dell'eroe della rivoluzione e, a quel punto, anche un qualsiasi bastardo ritardato capisce qual è stata la causa della morte.

Qui sotto la parola di verifica è "comic". Non m'invento un cazzo.

Attila ha detto...

Buon giorno a tutti, sarei l'autore di questo blog... ma che cazzo è successo? Festa? Cioè io mi assento per un paio di giorni perchè anche io (purtroppo) devo (qualche volta) lavorare (sul serio) e mi ritrovo 30 commenti, quando il massimo che avrò mai raggiunto credo fossero 15 scarsi per non mi ricordo cosa.

Comunque, come diceva il buon Aldo Fabrizi "State bbbbboni" e non insultatevi, che tanto non censuro nessuno a parte il troll che un po' di tempo fa era venuto a farmi visita e aveva, come diceva Capua in Troppo Forte, "scassato 'u cazzo".

In ogni caso, per colpa vostra, di tutti, nessuno escluso, vi beccate un pallosissimo post autobiografico sul G8 di Genova che non volevo scrivere, ma me lo avete tirato fuori dalla tastiera con le ganasce.

Cazzi vobis!

Yossarian ha detto...

Alessio & Basta con la Droga:

Siete leggendari, non aggiungo altro. Analisi fantastica.


@Essere Disgustoso

Guarda, la tua tesi in fondo ha un pregio: servira' infatti come 'script' per una nuova serie tv intitolata:

CSI: Catanzaro


@Attila

Attendo u post con ansia :-)

essere disgustoso* ha detto...

questa è l'ULTIMA volta che rispondo: siete sfibranti. informarvi è un brutto mestiere, ma tocca farlo.

@alessio
ehi, ma allora ce l'hai le palle per firmarti! o te le sei fatte prestare da qualcuno?

ho letto quello che hai scritto. davvero, sono sconcertato: non sentivo idiozie di tale qualità dall'ultimo congresso di rifondazione. sembri il gemello buono di caruso.

davvero, dovrei perdere almeno cinquanta minuti per ribattere le insensantezze da terzo reich che il tuo cervello ha scorreggiato dopo una sbronza a base di olio di ricino. sei l'unico in questa discussione che, al massimo, ne merita due. e sono finiti.

ti lascio con un consiglio: non firmarti, la prossima volta. per il tuo bene.

@bcld
non dico di togliere per sempre quelle fette di prosciutto davanti agli occhi ma almeno di sollevarle per qualche istante.

1) il fotogramma sui calci, per l'appunto, era solo un fotogramma, parte finale di una sequenza composta da una decina di scatti. mi dispiace che non ci sia per intero ma credo che non servirebbe a nulla: da come scrivi sembra che i poliziotti siano tutti angeli che non farebbero mai nulla di male alla popolazione giovanile di sinistra. mah. sei mai stato in italia?

2) sulla pietra. come si vede nel video del padre, prima sta a qualche metro dal sangue e, soprattutto, NON è sporca di sangue. poi momento di buio. poi arriva la polizia scientifica e scatta quella foto con la pietra. e con il buco in testa. in più, lì intorno, sino all'arrivo di questa, c'erano stati solo i poliziotti. come fai a negare che siano stati loro? solleva, dai, non è difficile. ti ungi le dita ma forse capisci qualcosa. qualche volta.

3) e poi non mi spieghi neanche come sia potuta comparire quella ferita sulla testa di carlo giuliani. per magia? se lì c'erano stato solo poliziotti, cosa può essere successo? sei il re del sarcasmo insipido, qualcosa inventerai...

4) ah, nella richiesta di archiviazione era specificato che il proiettile era TRAPASSANTE, cioè non era dentro. leggi meglio, informati su tutto, magari, prima di farti un opinione. sai di cosa parli, qualche volta?

5) mi soffermerei anche sul poliziotto che urla "l'hai ucciso tu con questa pietra". perchè?

e fammi un favore: rispondi a te, non a me, perchè io non voglio saperne più niente. sono stufo di parlare di g8 con 50enni come te. non ha senso. fanculo il dialogo.

io sono vero ma tu, oltre ad essere disinformato e ad assumere come verità assoluta solo quello che credi o che, al massimo, ti dice bruno vespa, scrivi puttanate sesquipedali come nessun'altro. tranne alessio, ovviamente.

saluti.
e addio.

Basta Con La Droga ha detto...

E.D., ti rendi conto che quello che hai scritto al punto numero 4 punta l'indice in tua direzione, ride grassamente e ti dà del "deficiente"? Ovviamente no. E hai fatto tutto da solo.