martedì 12 gennaio 2010

No a questo, no a quello, no a quell'altro... e andare a cagare no, eh?

Premessa: il lunedì mattina, visto che parto dall'Azure River canticchiando "Go West" (fa molto gay, lo so, ma è verso ovest che vado sempre), mi alzo verso le 5 quando va bene (cioè è vicino) se non prima, così ho un'allegria intorno che deve essere di un contagioso...

Bon, visto che la premessa non si può confutare, come ha scritto Lamb-O, passo al resto. Questo lunedì mentre sto bevendo qualcosa (di analcolico n.d.r.) al volo prima di uscire, mentre all'esterno c'è un simpatico lupo bianco ben coperto nella sua tana che mi chiederà che cazzo ci faccio fuori con quel buio e quel freddo, sento su SkyTg24 che ci sono i soliti fessi che manifestano in Val di Susa o da quelle parti là contro la TAV. La cosa divertente è che il giornalista dice che hanno dichiarato che faranno gli "Scudi Umani", una trovata che è stata fallimentare già nella prima guerra del Golfo e durante i bombardamenti in Serbia con ostaggi veri, come hanno sperimentato sia Saddam che Milosevic, immaginiamoci con quei quattro mentecatti quale possa essere il risultato.

Sul trattore, poi, ci ho riflettuto non poco, anche perchè stavo ascoltando il giornale radio di Radiouno regionale che mi raccontava solo banalità .

Cazzo, se mi mettessero una linea ferroviaria veloce che mi permettesse di raggiungere Parigi o Londra o Madrid o Lisbona o salcazzo dove in tempi rapidi senza dover ricorrere all'aereo, ma potendo lavorare o fare qualsiasi altra cosa che si fa con un portatile o con un telefonino , potrebbero passare tranquillamente sul giardino dietro/davanti/di lato a casa mia. Se mi facessero pagare molto di meno la corrente elettrica, prego, ho un paio di campi liberi piuttosto vicino all'acqua per il raffreddamento che stanno aspettando una bella centrale nucleare (di questa generazione, non di quelle che bisogna aspettare il 2020 per avere il primo progetto preliminare e che potrebbero essere operative nel 2050 se va di culo). Se mi facessero pagare meno di tassa rifiuti (e ci fossero più passaggi di compattatore, così da non dover tenere la merda sul terrazzo o in giardino), ho un paio di fabbriche dismesse su cui fare un bel termovalorizzatore e se volete metterci anche il teleriscaldamento a prezzi ridotti non dico di no, ci mancherebbe.

Invece i pirla a 5 stelle e affini sono lì a fare le barricatine e a cercare di fare di tutto per guadagnare una stronzissima cazzo di minima visibilità, per far vedere che sono degli idioti che, a confronto, i cani di Pavlov erano degli astrofisici. Ma perchè non vi ficcate le 5 stelle ad una ad una su per il culo? Paura che siano utili a qualche cosa?

E' davvero tanto semplice lamentarsi di tutto e dire che tutto fa schifo e tutto va male, non occorre alcuno sforzo, soprattutto se poi si viene imbeccati dal marpione di turno che tanto ci guadagna un fracco su queste posizioni.

Per cui, manifestate di meno e cagate di più, così potrete anche mandare affanculo i bifidi della Marcuzzi e risparmierete un sacco di soldi...

9 commenti:

Conte di Montenegro ha detto...

Ma con l'Activia riusciranno a cagare le 5 stelle?

Tommy Angelo ha detto...

Stavolta non concordo.

Il progetto TAV è da più di vent'anni un'idrovora fotti soldi che non serve a nessuno, se non a quelli che ci mangiano sopra.

Ci sono dei validi motivi per cui quelli che abitano là non la vogliono e delle ragioni abbastanza condivisibili.

Purtroppo i giornalisti cialtroni che ci ritroviamo passano il tempo ad inseguire gruppi presuntamente rivoluzionari, anziché informare come si deve, e quindi sembra che la protesta sia la solita baracconata da rivoluzionari della domenica.

essere disgustoso* ha detto...

oddio, proprio tutto... cioè, tu fa come vuoi. per me basta solo che, in caso di nucleare, non me le piazzi in territori orgogliosamente collusi o in zone a rischio sismico.

sulla tav però appoggio tommy: non va combattuta per principio - ne stanno facendo anche altre e, d'altronde, chi non vuole servizi più efficienti?- ma precisamente quella tav ci è costata (al km) sui 120 milioni di euro e, da quel che ho letto, i francesi la costruiscono con 45-50. più o meno lo stesso costo ipotizzato in italia secondo i progetti iniziali.

Thomas Morton ha detto...

Il problema però è che i cretini fanno sempre in modo di mettere sotto silenzio i problemi veri, perché passa tutto sotto la voce "folklore". Colpa dei giornalisti, certo, ma colpa anche di chi fa il cazzone e grida sempre al lupo, Quindi non me la sento di dissentire da Attila, anche se stavolta il lupo ci fosse.

essere disgustoso* ha detto...

lo vedi che voi non fumatori siete sempre nervosi? :-D

Yossarian ha detto...

La Tav e' utile. Ce li tritano con l'inquinamento del traffico su gomma e degli aerei, quindi e' utile.

Poi bisogna vedere se e' una Tav "all'italiana".

Se protestano per i costi hanno qualche ragione, se sono i soliti naziambientalisti per i quali la Tav rovina loro il paesaggio del casolare di campagna dove vanno d'estate, be', che vadano a cagare.

Attila ha detto...

Partendo dal presupposto che in Italia tutto costa (quando va bene) il doppio (quando va male non voglio nemmeno pensarci), la TAV è utile.

Lo so, se non fosse stato per un simpaticissimo ministro francese natio di Lione e per una famiglia di industriali che inizia per A e finisce per i di Torino che non riesce mai a stare in "silenzio" con grande scorno di Harris, la TAV sarebbe passata per la costa e non ci sarebbero stati casini. Rischiamo, per 4 locali montanari e altra gente che vuol fare casino, di perdere il corridoio 4 e rimanere tagliati fuori da tutto il traffico veloce su ferro d'Europa (che è una delle poche cose buone dell'UE).

Non è che per non pagare gli stadi 2 o 3 o 5 volte il valore (come ad Italia '90) è meglio non fare i Mondiali (o le Olimpiadi), credo che su questo punto siamo tutti d'accordo.

@Conte: Mi sa che per cagare fuori le 5 stelle ci vogliono le Fave di Fuca...

Tommy Angelo ha detto...

Non mi risulta che gli abitanti coivolti nelle proteste gridino sempre "al lupo". Comunque...

Che la TAV sia utile non vuol dire niente: dipende da quanto costa e da chi paga; dipende da quali sono le priorità e le alternative.

Yoss, se vogliono togliere merci dalle strade, la TAV non serve a niente; se vogliono togliere macchine dalle strade, la TAV non serve a niente. Per fare queste cose bisogna avere una rete ferroviaria efficiente anche sulle medie e corte distanze, che sono quelle vanno ad impattare sul traffico privato.

Tuttavia fare queste cose non permette di mangiarsi anche l'anima di chi passa.

Per esempio ci sono studi (delle Ferrovie) che dimostrano la possibilità di potenziare la linea Torino-Lione già esistente con meno soldi per far più che raddoppiare le merci trasportate per anno (anche se, tra l'altro, tutta questa esigenza pare che non ci sia, visto che di merci lì ne passano già pochine).

La TAV sta costando così tanto che noi contribuenti non finiremo praticamente mai di pagarla.

Eh, ma porta la modernità. Certo, è esattamente quello che ha fatto l'Urss di Stalin: dobbiamo portare la modernità a qualsiasi prezzo, non importa quale. Tanto mica pagano loro.

E come nei Paesi socialisti, avremo anche noi un bellissimo treno di rappresentanza, mentre tutti gli altri sono delle carrozze fetide con le quali non si ha nemmeno la sicurezza di arrivare a destinazione (e chi è pendolare sa che non è un modo di dire).

Attila ha detto...

Tommy, guarda che del Tunnel sotto alla manica dicevano le stesse cose, poi si è rivelato essere in utile.

A parte in questi giorni che si è bloccato un pacco di volte e gli amministratori hanno fatto qualche cazzata più del necessario...