martedì 8 febbraio 2011

In Difesa della Dignità

Presidente Berlusconi deve dimettersi, ormai la misura è colma!

Voglio parlare in maniera chiara e diretta: il Presidente ha irriso la mia dignità, Berlusconi non riesco più a considerarLa il mio Presidente del Consiglio.

La Sua condotta morale mi ha profondamente deluso, non riesco più a concepirlo come esempio e come guida del Paese.

Sono profondamente indignato da quanto ho letto sulle trascrizioni pubblicate delle intercettazioni: il Presidente del Consiglio ha il culo flaccido. Questo è, francamente, inaccettabile.

Io, ponendomi in una strenua difesa della dignità degli autograttatori di culo, non posso concepire un Presidente del Consiglio che non mantenga un gluteo tonico e costantemente allenato Non è sopportabile il pensiero della visione di una grattata di un culo di un'Autorità grinzoso e molle.

No, caro Presidente, provo vergogna per l'esempio che lei porta alle future generazioni, sì, devo dirlo: i bambini ci guardano! Ogni volta che un pargolo si gratterà una chiappa potrà non sentirsi più fiero del gesto in quanto il pensiero correrà giocoforza alla flaccidità del fondoschiena presidenziale. Non pensa a questa infanzia violata? Non si rende conto dell'emergenza in atto?

La esorto, faccia un passo indietro, pensi ai nostri sforzi quotidiani per mantenere un gluteo atto ad essere grattato; noi che sudiamo ogni giorno per dimostrare ai nostri figli quanto si possa provare orgoglio nel gesto di grattarsi la parte tonica.

Lei è padre e nonno, ecco, io mi appello al padre e al nonno che è in Lei, quale esempio vuole essere?

La prego.

Faccia un passo indietro e salga sullo stepper (con moderazione, mi raccomando, è sempre un ultrasettantenne).

Faccia un passo indietro e si appoggi allo standing gluteus.

Faccia un passo indietro e stringa la barra del multi hip.

Se il mio appello non verrà ascoltato, sarò costretto ad indire una manifestazione e sono sicuro che ben più di 10 milioni di persone si raduneranno in piazza con la mano salda sulla propria chiappa sinistra, perchè la dignità non può essere calpestata.

7 commenti:

LateThink ha detto...

Fantastico.

Adesso devi trovare un tredicenne che, con aria indignata, lo reciti da un palco. Fai un filmatino YouTube e mandalo al Corriere.
A oscurare il viso nella fotografia di presentazione del video ci penseranno loro (visto che è minorenne) anche se poi non lo faranno sul video perché ci vuole troppo tempo...

Attila ha detto...

A tredici anni è troppo vecchio, io ne trovo uno di 5 anni e mezzo che rappresenta il futuro più futuro del futuro!

leftheleft ha detto...

il gluteo flaccido, no!
che poi sembra di vedere il grazioso viso di Milva!

Anonimo ha detto...

Mi associo, Attila. E IN QUANTO DONNA, per la miseria, sono ancora piú indignata. Si sa benissimo che il riferimento al culo flaccido non é altro che un malcelato insulto alla dignitá del corpo femminile. Una presa in giro, un prendersi gioco di un problema che affligge moltissime donne oneste, madri e lavoratrici: il culo che casca.
e non é che perché ce l'ha il Presidente noi donne ci sentiamo meglio, eh! anzi! ci sentiamo spogliate, messe alla gogna!

basta!

bixx

leftheleft ha detto...

il gluteo alla gogna!!

essere disgustoso* ha detto...

io indosso un maglione e dico basta a berlusconi!!!

Ubi Minor ha detto...

assolutamente no!