mercoledì 5 maggio 2010

Il culo alla brace

Ieri ero ad Atene per l'ennesimo tentativo di capire che sta succedendo al mercato immobiliare in quel cazzo di Paese di merda.

Bene, sta andando tutto letteralmente a puttane e, chi ha sentito parlare della storia del Giappone degli ultimi 15 anni sa, quando il mercato immobiliare in uno Stato va decisamente a puttane, per quello Stato si prospettano decenni di culi a strisce. Non è che ci voglia nessun genio della finanza per scoprirlo.

Ieri, effettivamente, l'atmosfera era un tantino pesante, calcolando che gli uffici operativi greci della Grande Multinazionale Bastarda sono proprio in centro, e non occorreva essere Nostradamus per prevedere scontri al calor bianco.

Oggi ci sono scappati 3 morti.

Per fortuna quella merda in default di stronzissimo vulcano islandese non ha ancora ribloccato tutti i voli sul Nord Europa e Nord Italia, perchè non avevo proprio cazzi di assaggiare un po' di mio culo alla brace.

2 commenti:

edmondantes aka leftheleft ha detto...

direi che sono volatili per diabetici.
ma di quelli feroci.

Attila ha detto...

Per quelle che erano le Tigri dell'Economia Europea mi sa che sono aquile calve particolarmente affamate...