martedì 11 maggio 2010

Ma che brava nipotina!

Io leggo questa notizia dal Veneto e rimango, come al solito, basito...

La ragazzina quindicenne non la vuole mollare al ragazzino sporcaccione che vorrebbe insidiarne la virtù, perchè vuole rimanere illibata.

La Santa Maria Goretti degli anni '10 del nuovo millennio, cosa fa? Si immola?

Beh, sì, dai, insomma... come detto, siamo nel nuovo millennio, l'accusa di pedofilia va molto di moda, dai, su, cazzo, è credibile, la storia gira, l'accusa pure. Poi lo zio è un bamboccione che a 30 anni stava ancora con il fratello/sorella (non è specificato), non vorrà mica rompere i coglioni e sputtanare così una fantastica e glitterosa storia d'ammmmmmmmmore?

Il ragazzino sporcaccione ha però un difetto: ha una coscienza. Che brutta cosa avere una coscienza nel 2010, ecco, così metti nei casini le persone.

In fondo è la riproposizione in chiave aggiornata del famoso dialogo tra Oscar Pettinari e Capua in Troppo Forte:

"Capua, vieqquà, spiega ar Signore perchè hai accortellato lo zio"
"Perchè scassava u'cazz"

Solo che lo zio non finisce in ospedale, ma va a finire in galera con accusa di stupro, incesto e violenza su minore (bel filotto, mancava lo accusasse anche di omicidio e faceva poker).

Per non farsi trapanare la topa, ha fatto finire lo zio in gatta (buia). E' una questione di puro istinto animale.

10 commenti:

BiondAnna ha detto...

Ho sempre pensato che in assoluto le peggiori che vi possono capitare non sono, come sarebbe facile pensare, le troie. No. Sono le suorette, perchè sono infide. Dopotutto le zoccole dan sempre via del loro.

Ubi Minor ha detto...

porco zio!

LateThink ha detto...

Lo zio è il padre dei vizi.

P.S. ci stiamo scherzando sopra ma la cosa non lo meriterebbe. Ammesso che le cose stiano così (e io penso che lo siano) lo zio non ne verrà più fuori. Anche se venisse scagionato lo sarà tra mooooolto tempo e ci sarà sempre qualcuno che dirà "si però...". Se quel qualcuno dovrà decidere delle sue sorti (assunzione, appalto, anche solo comprare da lui) non potrà non farsi influenzare.

edmondantes aka leftheleft ha detto...

ma!
che storiaccia!

essere disgustoso* ha detto...

so che non è il termine appropriato ma è una zoccola: almeno avrebbe potuto cavalcare l'onda e accusare il parroco.

Attila ha detto...

@ED*: Sai che pensavo la stessa cosa...

@Tutti: mi sa che questo è uno dei peggiori incubi che possa capitare ad un maschio adulto, è un marchio di infamia che non ti si cancella nemmeno quando si dimostra la tua piena innocenza, perchè "se la ragazzina ha pensato a te, cercando qualcuno da incolpare, un motivo ci sarà..."

SCIUSCIA ha detto...

Esatto Attila... un marchio d'infamia... e grazie alla stampa, che dai tempi di Wilde ti distrugge pubblicamente e si scusa in sordina, sarai per sempre, come MINIMO, "quello che sembrava avesse violentato la sua nipotina".

Single a trent'anni ha detto...

Ma una bella denuncia per danni alla nipotina se lo zio verrà assolto no?

voglio dire, mi distruggi la vita? io ti chiedo ogni sorta di danno e controdanno... cazzo, te la faccio passare io la voglia di devastare la vita delle persone...

sa30a

Attila ha detto...

@Single: Il problema è che diventa difficile rovinare la figlia di tuo fratello, perchè, in fondo, pensi, ha fatto una bambinata... in più potrebbero sempre pensare che ti ritorci contro perchè, magari, sei stato rifiutato, o cose del genere.

Secondo me un marchio del genere te lo togli con estrema fatica e, prima viene dimenticato tutto, meglio è.

Single a trent'anni ha detto...

Io sono cattivo. Nell'intimo, e la rovinerei. E assieme alla figlia, rovinerei il fratello.

Ad ogni modo, questa fa pendant con questa qui:

http://milano.repubblica.it/cronaca/2010/05/14/news/droga_e_finto_stupro_per_incastrare_il_capo_indagata_a_milano_una_segretaria_46enne-4058789/


dimmi te se uno deve stare attento anche che non gli inscenino le violenze...

sa30a