mercoledì 7 gennaio 2009

Recensfilmici

Come primo post dell'anno ho deciso di mettere un pacco di nonrecensioni, ma di mie impressioni su un po' di film che mi sono sorbito durante questo periodo di svacco inizioannuale, visto che non posso far altro che andare al cinema e guardare film alla tv vista la gravidanza della dolce metà.



Alba Rossa : Ok, Glory Glory Alleluhia e altre cazzate patriottarde ammmmerikane, però è una figata vedere come si immeginavano la III guerra mondiale all'inizio degli anni '80! E ci sono anche gli aerei bastardi ammmerikani che rilasciano le scie persistenti per far incazzare i complottari che non hanno un cazzo da fare tutto il giorno.


Davanti agli occhi : In poche parole una puttanata. Mischia un po' di generi, fa la solita strage in una scuola di ragazzini, fa qualche sparata pseudointellettualoide su violenza-aborto-sessominorile e via, la merda è servita. Come fare un Donnie Darko per spiriti sensibili e con la gonnellina. Il dialogo italiano, oltre ad aver dato una vocina del cazzo a Uma Thurman (che non regge nemmeno un po' il ruolo di 32 enne, qualche anno fa...), è fuori sincrono di brutto...


The Spirit : A parte qualche dialogo insulso... è puro Miller! Ogni taglio di regia sembra uscito da un suo fumetto (anche se l'originale è di Eisner)! La Johansson dimostra ancora una volta di non aver idea di come si recita, ma ha il labbro con salvagoccia e le tette, per cui può bastare.


The Strangers : In pratica come vedere l'antefatto di CSI per 2 ore... e nessuno sa che un tizio con la maschera ha una fisuale periferica molto limitata, ma fa + figo nel cinema horror ammmerikano... anche la figlia del tizio degli Aerosmith non ha idea di cosa significhi recitazione, ma ha labbra e tette (si sono gonfiate?), per cui va bene.


Il bambino con il pigiama a righe : Un film di merda inglese tratto da un romanzo scritto da un inglese sulla presunta infanzia del figlio di un comandante di campo nazista SS, in pratica una boiata piuttosto noiosa a base di buoni sentimenti, di strafalcioni storici e di puttanate mielose sulla tragedia che ha colpito svariate milioni di persone. A questi figuri del cazzo che speculano sul dolore di tutta quella povera gente, io li appenderi per le palle, chiedendo secondo qualche calcolo markettaro si sono permessi di vomitare una merda così oltraggiosa per la memoria. Il ragazzino ebreo è tutto bello grassottello e ben pasciuto e passa il tempo a farsi bellamente i cazzi suoi nel campo di concentramento e al ragazzino deutscho bastano 4 colpi di palettina per entrare nel lager superando il filo spinato con le guardie che non avevano un cazzo da dire... ma andate a fare in culo!


Il ragazzo di campagna : L'avrò visto circa una caterva di volte, ma quando entra in scena Severino Cicerchia detto Lo Scoreggione è puro cinema degli anni '80. Mi scende la lacrimuccia, poi penso ai film che fa adesso Boldi e inizio a tirar giù il calendario...






Grande artista:

Labbro salvagoccia:



E Tette:

4 commenti:

Admiral Benbow ha detto...

Alba Rossa è mitico! John Milius alla regia (Conan...e ho detto tutto!). L'inizio con i paracadutisti rossi che quatti quatti atterrano nel campus yankee è da cineteca. Poi, per scadere nel trash, va fatta seguire la visione di Invasion U.S.A con Chuck Norris (ci sono pure i cubani che abbattono gli alberi di Natale, simbolo del konsumismo ammericano).

La Johansson no però, pure tu quell'antipatica! Ha detto che è troppo bella e la bravura non le viene riconosciuta. Quando si dice l'handicap. Quanto se la tira, ci vorrà un'intera sartoria per ricucirgliela.

Attila ha detto...

Sì, è una spocchiosa cazzara che si crede un'attrice solo per aver tirato un paio di pompini al vecchio mandrillone newyorkese con tendenze pseudoincestuose... ma un bel paio di tette rimane sempre un bel paio di tette!

blumfeld ha detto...

Segnalo Death Race. Trama inesistente, ma sinceramente chissenefrega: ci sono i carcerati, le corse, le torrette con i mitra ed esplosioni a go-go.

Attila ha detto...

Di Death Race ho visto solamente i cartonati fuori dalle multisala, ma poi non era in programmazione nelle date stampate... misteri della distribuzione...