venerdì 19 marzo 2010

Tamarreide

Oggi o ieri o quando cazzo non lo so è nato il figlio di quei due altissimi esponenti della novella nobiltà italiota che sono i coniugi Briatore.

Tutti sapranno che hanno chiamato quel povero bambino Nathan Falco.

Hanno dato al bambino un manifesto della tamarreide, cioè il bambino adesso incarna, senza avere nessuna colpa, il sunto del cattivo gusto e della cafonaggine.

Spero che cresca come Lapo, senza rendersi conto di niente, soprattutto del nome, per il suo bene e per non prendere l'accetta e ricordare ai due bravi genitori il regalo stupendo che gli hanno fatto.

8 commenti:

Ubi Maior ha detto...

Speriamo si scopi Chanel Totti, lo sapevi che si chiamava Chanel? Parlo della figlia di Ilary, Porca troia.

Attila ha detto...

Guarda Chanel è un nome tamarro, ma Nathan Falco è davvero un manifesto... se davvero dovessero figliolare e se avessero un minimo di buon gusto, contro ogni statistica genetica, dovrebbero chiamare i figli Maria e Giuseppe (non per riguardo alla sacra famiglia) per controbilanciare allo scempio che hanno causato quelle cime di eleganza dei genitori...

Ubi Maior ha detto...

già mi immagino sto bambino in tutta la sua spocchiosità cmq...roba tipo scarpette viola di velluto con nappine gialle...

Anonimo ha detto...

a proposito di tamarreide, una riflessione sull'affaire Balotelli?
fre.

essere disgustoso* ha detto...

chi ha il pane non ha i denti, chi ha i denti non ha il pane.
per chi, invece, ha sia il pane che i denti, un nome da cretino mi sembra il minimo.

Attila ha detto...

@fre: io do ragione a Mou e a Materazzi, il ragazzino deve imparare a vivere se non vuol finire come Adriano o come Cassano.

@ ED*: Ma sai che hai ragione, non l'avevo preso in considerazione da questo punto di vista, praticamente un bilanciamento automatico del karma...

SCIUSCIA ha detto...

Io come Adriano ci finirei volentieri. Come Cassano, però, mai: ti rendi conto rischiare di passare il mese di Giugno in compagnia di gente come Lippi e Cannavaro senza potertene andare?!

Attila ha detto...

No, ma dai, il ragazzo di Barivecchia non rischia... uno che fa panca alla Sampdoria e che ha fatto un gol da metacampo ad un fossile di brontosauro del giurassico per poi chiedere di essere cambiato a metà del secondo tempo perchè con la lingua fino a terra...

Ma Cannavaro davvero si passerà un paio di giorni in Sudafrica? Non sapevo avessero delle buone cliniche geriatriche laggiù...