giovedì 15 aprile 2010

In memoria di un Signore

E' morto Raimondo Vianello.

Al di là del professionismo e della garbatezza innata dell'uomo, io voglio ricordarlo così, perchè è uno dei tanti bellissimi ricordi che ho dell'infanzia.





34 commenti:

LateThink ha detto...

Mi hai preceduto di pochissimo e, a questo punto, non vale più la pena che duplichi il tuo post.

Volevo anch'io mettere le tre sigle che hanno accompagnato l'appuntamento settimanale immancabile della mia infanzia.

Un grande.

essere disgustoso* ha detto...

quello che non riesco a spiegarmi della statistica è perchè ci sono mesi in cui muoiono tutti e mesi in cui non muore nessuno.

comunque, ciao raimondo.

Attila ha detto...

@Late: Guarda, quelle 3 sigle rappresentano ancora adesso il mio concetto di divertimento/comicità.

@ED*: Sai che ho pensato anche io la stessa cosa...

edmondantes aka leftheleft ha detto...

mi aspettavo un tuo post al riguardo.

Il tuo titolo dice già tutto.

In paradiso adesso si divertiranno un mondo.

SCIUSCIA ha detto...

Un altro grande marchettaro di Silvio che se ne va, dopo il buon Mike.

edmondantes aka leftheleft ha detto...

@ Attila
blog tuo, gestione tua
però la censura sarebbe mica male

SCIUSCIA ha detto...

E' tipico dei fascisti* invocare la censura sui fatti.
Non che quella sulle opinioni sia accettabile.

Però è vero, sul proprio blog ognuno censura chi gli pare. Io censuro a priori gli australiani, per esempio. Perché gli invidio gli AC/DC.




*così accontentiamo anche Yoss, quando arriva

Attila ha detto...

Io sono contrario alla censura e non la applico (a parte con i troll scassamaroni, ma quello è un altro paio di maniche).

Però, SCIUSCIA, se tu, dopo aver visto quei 3 filmati e magari qualcos'altro fatto nel corso della propriacarriera da quel signore, riesci a pensare solo a questo, beh, mi dispiace veramente per te.

edmondantes aka leftheleft ha detto...

@ SS

a proposito di marchettari...
tutto bene a casa?

SCIUSCIA ha detto...

Atty, è solo che i coccodrilli mi stanno sui maroni.

Non ho fatto coccodrilli nemmeno per l'eterno Peppino Prisco, fai te!

Ecco perché, non appena leggo un cocco, la prima cosa che penso è trovare un fatto negativo della vita del de cuius, e richiamarlo all'attenzione.

Yossarian ha detto...

@Sciuscia

E' tipico dei fascisti* invocare la censura sui fatti.
Non che quella sulle opinioni sia accettabile.
*così accontentiamo anche Yoss, quando arriva


Oioioioioioioi, hahahahahha, non ci posso credere....


Dai Sciuscia, a noi puoi dirlo, puoi svelarci l'arcano dell'inossidabile retorica degli Opliti del Bene.

Dai diccelo quello che sospettiamo da sempre: nel 1972 qualcuno di Lotta Continua scrisse la "Guida Pratica del Gggiovane di Sinistra per la conversazione con i fascisti imperialisti" e da allora sono trent'anni che ve lo passate di generazione in generazione...

Cazzo, altrimenti non si spiega come mai da trent'anni frasi retoriche come : E' tipico dei fascisti* invocare la censura sui fatti.

spopolano dalle vostre parti.

Buauahauahauaha

Attila, sei colpevole di revisionismo borghese e sei servo del fascista abberlusconi, perche' parli di RAIMONDO VIANELLO.

Buauahauahauahuaha

Sciuscia, la satira si fa sugli altri, e non su se stessi....

Buahuahuahuahauaha

Anonimo ha detto...

Ridurre la vita di un uomo al suo voto è spaventoso.
fre.

Anonimo ha detto...

Ridurre la lunga carriera di un artista ad un suo datore di lavoro è meschino.
Fleym

kissakie ha detto...

Mah, a parte il dispiacere per i cari che lascia, e per le persone che ha fatto ridere e adesso... no...

Se non hai qualcosa di carino da dire, taci.

SCIUSCIA ha detto...

Un'altra cosa tipica dei fascisti è non fare mai autoironia.

Tra le altre molte cose, è tipico dei fascisti non capire una battuta nemmeno quando questa viene spiegata con tanto di asterisco esplicativo a piè di pagina.

SCIUSCIA ha detto...

"Ridurre la vita di un uomo al suo voto è spaventoso.
fre."

Lo è anche ridurla ad un coccodrillo. "Necrologio", per quelli più ripuliti.
E non l'ho ridotta al suo voto, comunque.



"Ridurre la lunga carriera di un artista ad un suo datore di lavoro è meschino.
Fleym"

Anche Luttazzi ha lavorato per quel datore di lavoro, però non ha mai chiesto il voto per lui in diretta TV (cosa tra l'altro illegale, è come attaccare un manifesto fuori dagli spazi, no?).
Ah già, dimenticavo che questi sono discorsi da fissati, le TV non servono a niente. Per questo Berlusconi ha fatto chiedere il voto per lui da tutti i suoi presentatori, nel '94: perché le TV non servono niente.
Ci sarebbe da capire che quando uno ti paga lo stipendio compra le tue prestazioni artistiche, non le tue idee.



"Mah, a parte il dispiacere per i cari che lascia, e per le persone che ha fatto ridere e adesso... no...
Se non hai qualcosa di carino da dire, taci."

"SE NON HAI QUALCOSA DI CARINO DA DIRE, TACI."
"SE NON HAI QUALCOSA DI CARINO DA DIRE, TACI."?
Mamma mia. Sei agghiacciante.
Lo dico a te, ma vale per tutti gli altri che hanno fatto il piantino: a Vianello avreste fatto schifo. Lo conoscevo poco, ma abbastanza da sapere come fosse uno che odiava categoricamente ogni tipo di formalismo, ipocrisia, commemorazione solenne. Come ha spiegato stamattina non so chi ad Omnibus (ascoltavo senza essere davanti alla TV) "se vogliamo ricordarlo nel modo che avrebbe voluto, evitiamo i soliti discorsi di circostanza che si fanno quando uno muore".

edmondantes aka leftheleft ha detto...

@ S aka SS

Vedo che hai cambiato l'avatar.
Ti sei reso conto di che cosa indicavano le tue iniziali?
il cervellino ha cominciato a girare?
ma lo sai che sei veramente un genio!!!

A poi... prima di dare del fascista a qualcuno per insultarlo, dovresti cercare di capire se tale epiteto per tale persona sia effettivamente un insulto.
Impegnati di più dai! ce la puoi fare!!

Attila ha detto...

Chiederei cortesemente a tutti gli astanti di calmarsi e di ritornare ad un più civile confronto, anche, perchè, ad un signore come Vianello, non penso sarebbe piaciuto.

SCIUSCIA, io mi potrei sentire un po' offeso per la parola "coccodrillo", in quanto trattasi di "pezzo a pagamento tenuto in caldo in caso di morte di personaggio famoso", ma nessuno mi paga per questo blog, io non tengo questo blog per denaro o perchè un giorno qualche grande editore mi scoprirà e blahblahblah, io lo tengo per diletto; come scrivo anche nel blog io ho un altro lavoro che mi permette di mantenere dignitosamente la mia famiglia e, con i suoi alti e bassi, ciò mi basta. Ho solamente sentito ieri mattina la notizia della morte su Radio 24 e ne sono rimasto colpito. La prima cosa che mi è venuta in mente, appena acceso il computer, sono state queste 3 scenette.

Io ho mostrato queste 3 sigle che, ancora adesso, mi fanno ridere, a distanza di più di 30 anni dalla messa in onda. Addirittura mi ha fatto ridere la riproposizione una decina di anni fa delle stesse scene fatte in un paio di video dei Tiromancino con Mastrandrea al posto di Vianello.

Vianello che rimane senza parrucca perchè rimane incastrata ad un ramo e risponde con una scrollata di spalle, a mio modo di vedere, mi fa ridere più della visione di centinaia di quintali di pseudomerda mangiata in diretta per creare lo scandaletto.

Se si vuole limitare una carriera di cinquant'anni a pochi secondi di appello in tv per il Cavaliere Nero, viene un po' da ridere, c'è gente che ci campa di "comicità di partito", che viene mascherata con la parolina magica di "impegno", qualcuno che per tutta la vita continua con le ritrite battutine sull'avversario politico, ma dense di "impegno", ma non solo nella comicità, anche in vari altri campi di quello che viene definito il Mondo della Cultura. E qualcuno si permette di ricordare una carriera lunga dieci lustri per dieci secondi di opinione personale, magari sgradita, magari intempestiva, magari impreniata da una caduta di gusto? Sembra piuttosto triste, rioordando programmi quali "1, 2, 3", "Tante scuse", "Noi... no", "Stasera niente di nuovo" e la sua conduzione di "Pressing".

Sono convinto che a qualcuno possa non essere mai piaciuto Vianello, è un'opinione personale rispettabilissima, a me è sempre piaciuto moltissimo, al di là di qualcosa che non ho apprezzato (Casa Vianello non mi ha mai appassionato molto, mentre non mi sono proprio piaciute Cascina Vianello e Crociera Vianello).

SCIUSCIA ha detto...

Sì, ho cambiato iniziali perché solo ora mi sono reso conto di cosa potessero significare.

Non c'entra un sega il fatto che abbia cambiato la grafica del blog da sfondo nero con le iniziali del titolo rosse a sfondo nero con il titolo grigio e senza le iniziali.

Sono un povero ignorante comunista che nella foga di inventarsi un logo non si era avveduto della somiglianza con quello degli Schutzstaffeln.

Non ho mai avuto intenzione di giocare sull'equivoco tra l'acronimo del mio blog e quello dei reparti di difesa nazisti, delle Sacre Scritture, della Santa Sede, di Sua Santità*. E' venuto tutto per caso.

*Nonché di una Strada Statale e delle Sette Sfere del Drago XD .



Comunque, io continuo a dire che siete tutto fascisti. Fascisti fascistissimi. Così, tanto per vedere se qualcuno c'arriva.

edmondantes aka leftheleft ha detto...

a me "cascina vianello" è piaciuta ed anche "crociera vianello" anche se l'età si faceva sentire.
Ma l'hai vista l'ultima intervista rilasciata assieme a sandra dopo la morte di mike?
nonostante gli acciacchi sono riusciti a scherzare ancora.

SCIUSCIA ha detto...

Effettivamente, mi devo scusare per il termine "coccodrillo", che è da mercenari.

Diciamo che non amo le belle parole post-mortem in genere.

Insomma, se una settimana fa avessi chiesto a tutti i blogger d'Italia di scrivere un pezzo su quanto amavano Vianello, il 90% m'avrebbe mandato a cacare...

Poi, ripeto, la mia è pura è semplice guastafesteria :D , che secondo me non guasta mai (che gioco di parole di merda).
Sai cosa non mi piace del mio blog? La mancanza di un commentatore come me.

SCIUSCIA ha detto...

Una cosa adorabile di Vianello, la frase di risposta al medico che gli comunicò la scoperta del cancro dopo mesi di esami inconcludenti: "Ed ora chi glielo dice al mio dottore?! Che lui è convinto che sia cervicale."

Attila ha detto...

SCIUSCIA, questa volta sei andato un po' troppo oltre: mi hai dato del bloggher!

;-)

Ahahahahahahahahahahahaha

Non la sapevo questa di Vianello e del cancro!

SCIUSCIA ha detto...

Spettacolare, eh?

Quanto vorrei poter affrontare la morte a quel modo.

In quel modo, o come Philippe Noiret alla fine di "Amici Miei" (spercazzola al prete confessore che lo assolve pure, credo ricordiate bene).

Anonimo ha detto...

È tipico degli ignoranti comunisti pensare di essere tutti dei Benigni o dei Guzzanti (Corrado) e invece i loro blog fanno ridere quanto un fico d'India introdotto nel retto (con la buccia).

---
lurker

(p.s. al padrone di casa: scusassi il fransé, ma 'sti trolloni me li hanno frullati, dio pedofilo comunista)

SCIUSCIA ha detto...

Ehi, Lurker, spero che non fosse riferito a me, perché nel caso, del "Benigni" lo vai a dare a tuo nonno.

Quanto a Guzzanti, è lui che non vorrebbe sentirsi dare dello "Sciuscia". Ne' del "Benigni". Credo.

essere disgustoso* ha detto...

@attila
lo sapevo, e finalmente hai gettato la maschera mostrando a tutti quello che sei: un fottutissimo bloggher.

Yossarian ha detto...

@Sciuscia

Ci sarebbe da capire che quando uno ti paga lo stipendio compra le tue prestazioni artistiche, non le tue idee.

No Sciuscia, se ti metti a sparare sulla persona che ti paga i film come la Guzzanti e Benigni sei un disgustoso ipocrita.

Gli artisti non sono esenti dalla coscienza, finiamola con questa sciocchezza romantica, hippy e sessantottina, che serve solo a mascherare i propri porci comodi.

Se la EMI mi avesse prodotto un disco e io avessi cominciato a dare dei mafiosi alla EMI, loro avrebbero fatto bene a lanciarmi dalla finestra, e io sarei stato un ipocrita.

Io sono un musicista Sciuscia e se accetto soldi da qualcuno per vendere le mie idee:

A) Mi accerto che i suoi principi non facciano a pugni con i miei.

B) Se faccio anche politica e il produttore non la pensa come me, non accetto i suoi soldi.

Quello di cui parli tu Sciuscia non e' liberta' artistica.

Si chiama "mercenario".

Quanto all'ironia, avevo capito capito l'asterisco, ma la frase prima dell'asterisco non era ironica Sciuscia e il mio commento si riferisce chiaramente a quello.

Non puoi continuare a tirare il sasso e a nscondere la mano Sciuscia.

Assumiti il coraggio delle tue azioni.

Io lo faccio sempre, ti ho anche chiesto scusa su un mio thread, e se e' il caso lo faro' ancora.

Diventiamo adulti. Sarebbe ora.

Attila ha detto...

Oddio mi ha dato del bloggher...

Oddio mi gira la testa... il secondo che mi da del bloggher in un solo giorno...

Ma che vi ho fatto? Perchè ce l'avete tutti con me?

;-)

Attila ha detto...

Kaboooom... e non dico altro...

SCIUSCIA ha detto...

Yoss, diventare adulto? Tu e la mia ragazza dovete smetterla, con questa storia.

Io credo che ci sia differenza tra:

A) Prendere soldi da qualcuno e parlare male di lui
B) Prendere soldi da qualcuno e fare il proprio lavoro
C) Prendere soldi da qualcuno e chiedere il voto per lui in diretta TV

Il comportamento A è da ipocriti, quello C è da puttane; basterebbe un po' di cara vecchia normalità, il comportamento B.

Per esempio, ricordo che quando Luttazzi conduceva Barracuda, una sera invitò un ospite (non ricordo chi) che disse di Abberlusconi: "Non è un politico, è un piazzista."
Questa scena venne poi censurata al montaggio. Legittimo, visto che il conduttore di un programma quasi mai ne è anche regista.ù
Poi, a lato, Luttazzi s'è incazzato per questa cosa e se n'è andato, ma senza gridare alla censura: semplicemente, non era d'accordo, e per coerenza non ha rinnovato il contratto.
Questo, per me, è un esempio di comportamento normale, leggittimo, ne' da ipocrita e ne' da troia. Sarebbe stato ipocrita pretendere la messa in onda di quel pezzo. Tu che ne pensi?

Thomas Morton ha detto...

A me Vianello faceva ridere e non me ne frega un cazzo se una volta nella vita ha fatto una stronzata. Amen.

Yossarian ha detto...

@Sciuscia

E ti pareva che non c'infilavi Luttazzi...

Ma cos'e' Luttazzi? La vostra nuova religione?

HAHAHAHAHA

Il Dogma dell'infallibilita' di Luttazzi...

A quando un conclave fra voi cardinali per eleggerlo Papa?

Il comportamento A e' quello di Benigni, della Guzzanti e di tutti gli scrittori di sinistra che si fanno pubblicare i libri da Mondadori.

E non stiamo parlando di dieci persone...

SCIUSCIA ha detto...

Yoss, mi accusi senza motivo di venerazione.
O meglio, non senza motivo, visto che Luttazzi è in effetti oggetto di culto di molti coglioni. Coglioni non perché venerano Luttazzi, ma perché venerano qualcuno.
Quindi, alla luce del trasporto che spesso ci prende nel parlare con chi la pensa diversamente, diciamo che ti perdono :) .

Se limito i miei esempi ad un solo personaggio, è perché siamo messi così male che non riesco a trovarne un altro.
A meno che tu non sia tra quelli che ritengono "Le Iene" un esempio di come Abberlusconi "tenga i nemici in casa", cosa di cui però dubito.