mercoledì 14 aprile 2010

Sto diventando "responsabile" o rincoglionito?

Qualche anno fa, vacanza a Mallorca, mazzanotte circa, sto passeggiando assieme alla Dolce Metà lungo lo strip di uno dei più noti e chiassosi luoghi di intrattenimento serale dell'isola (Magaluf, per la precisione). Inglesi ubriachi dappertutto, come da copione.

Ad un certo punto passa davanti a noi una famigliola albionica con due figli. La figlia avrà sì e no 10 anni, truccata da troione da sbarco come la madre e con i tacchi alti, il figlio più piccolo sta piangendo come una fontana. Io e la Dolce Metà ci incuriosiamo e sentiamo il discorso: il bambino sta piangendo perchè i genitori lasciano la figlioletta di dieci anni vestita da troia andare in giro da sola dopo mezzanotte per la nota località, mentre lui, che ne avrà al massimo sei, deve rimanere con loro che stanno andando a sbronzarsi in qualche discopub. Arrivati ad un angolo, vediamo la madre, il padre ed il pargoletto che tirano dritti, mentre la figlia decenne vestita da bordello svolta a sinistra.

Io e la Dolce Metà ci guardiamo negli occhi e iniziamo a sbellicarci dalle risate.

Oggi leggo questo articolo del Corriere e dovrei avere la stessa reazione, invece mi girano le palle come le turbine di un impianto idroelettrico altoatesino.

Mi sa che è l'"effetto Piccolina".

Starò diventando responsabile oppure è solamente un passo avanti sulla via del rincoglionimento totale?

5 commenti:

Yossarian ha detto...

il bambino sta piangendo perchè i genitori lasciano la figlioletta di dieci anni vestita da troia andare in giro da sola dopo mezzanotte per la nota località, mentre lui, che ne avrà al massimo sei, deve rimanere con loro che stanno andando a sbronzarsi in qualche discopub.


Attila, a parte che per quanto riguarda il titolo io opterei per la seconda possibilita',
(HAHAHAHAHAHA) guarda, credimi, in Albionia quella e' una cosa piuttosto normale:

io e Rachel tempo fa andammo a una festa di un conoscente;

una festa fra famiglie, il classico BBQ inglese o americano all'aperto. La nostra grigliata...

Famiglie medio e alto borghesi.

Ora: a meta' serata, i genitori erano ubriachi come delle puzzole e sai cosa facevano i figli?

Un gruppo di ragazzine di dodici o tredici anni, era in cucina che si scolava liquori di nascosto.

Gli altri si erano o addormentati o giravano per la casa facendo il cazzo che volevano.

Questo e' il "lato oscuro" della nota e giustissima propensione anglosassone a responsabilizzare i figli, che quando diventa lato oscuro si traduce in menefreghismo piu' totale.

Certo, il nostro mammismo e' orribile, e io per fortuna a diciassette anni fui cortesemente invitato dai miei a darmi una mossa, ma i genitori albionici non di rado esagerano dall'altra parte, e il risultato sono un tasso di gravidanze fra adolescenti che e' roba da Terzo Mondo.

La Gran Bretagna sembra il Ruanda da questo punto di vista.

Hanno il record europeo.

In secundis, criminalita' diffusa tra i teenager, giovani allo sbando e bambini parcheggiati di fronte alla tv.

Io per esempio, saro' bacchettone, ma faccio fatica a comprendere il perche' i bambini vadano nei pub con i genitori, cosa che qui e' piuttosto normale.

D'altro canto, dare una bella scrollata ai figli per non tenerseli in casa fino a 40 anni mi sembra una cosa sacrosanta, e su questo agli inglesi va il mio plauso.

edmondantes aka leftheleft ha detto...

purtroppo per mettere al mondo i figli, non è richiesta alcuna patente.

comportarsi così con dei bambini è come prendere un agnello e buttarlo in mezzo ad un branco di lupi

essere disgustoso* ha detto...

per questo genere di cose sono abbastanza siciliano. anzi, nettamente.

Attila ha detto...

@Yoss: I miei mi hanno spedito da solo in Inghilterra a 12 anni e sono andati in giro per il mondo (causa lavoro dell'Ingegnere) da quando ne avevo 17 (sono venuto su allo stato brado) lasciandomi da solo a casa (mio fratello era da una zia per motivi di studio). Però ne avessi avuti 10, manco per il cazzo che l'Ing e la Maestra mi avrebbero lasciato andare in giro per i cazzi miei a Magaluf e, ovviamente, nemmeno la Piccolina avrà mai questo permesso, nemmeno nelle sue più recondite fantasie!

@Left: E' come dare ad un figlio la "patente per finire male".

@ED*: Guarda, io normalmente mi illudo di essere di "ampie vedute", fino a che non mi ritrovo a fare il filo alla lama del coltello da caccia quando leggo "trovate" come queste della casa di abbigliamento per bambini.

dizaon ha detto...

conoscendo un po' la società brittanica è una cosa normale per loro... tant'è vero che le bimbe inglesi hanno uno tra i più alti tassi di gravidanza precoce in europa...