venerdì 11 giugno 2010

Ritorno all'innocenza

Oggi inizia il Mondiale

Per me è una festa, io, durante i Mondiali (sì, anche quelli di merda di Korea ed Giappone, in fatto di pallone, con grande scazzo della Dolce Metà, sono di bocca buona), torno ad essere un bambino, iniziando imbarazzantemente a palleggiare con qualsiasi cosa possa ricordare (anche lontamente) una sfera (anche un barattolo diviene una sfera nel mio cervellino bacato per fare un esempio stupido e quantomai banale) ed entusiasmandomi se il gesto atletico riesce.

Lo so, è patetico, ma, per un mese ogni 4 anni, non riesco proprio a dire di no al bambino interiore, glielo devo. E non posso non confessare che mi diverto moltissimo durante questo periodo magico, è uno dei miei personali "ritorni all'innocenza perduta".

---------

POST SCRIPTUM : Da domani sono in ferie per una settimana e cercherò di tenermi piuttosto distante da qualsiasi schermo di un computer, perchè, se trovassi un accesso, non riuscirei ad esimermi dal dare una sbirciata alla mail aziendale con tutto quello che ne potrebbe conseguire (influendo quasi sicuramente sulla "qualità" del mio periodo vacanziero).

Per cui è possibile che io ritorni qui il primo giorno d'estate (o l'ultimo di primavera? Boh, su questa materia la mia ignoranza raggiunge dei picchi)

4 commenti:

leftheleft ha detto...

buone vacanze!

Valdo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
essere disgustoso* ha detto...

io da questo mondiale mi aspetto:
-maradona che fuma il sigaro in panchina;
-kakà colpito da un fulmine mentre alza le braccia per ringraziare dio dopo un gol;
-maradona che vince il mondiale;
-love story tra shakira e nelson mandela con tanto diffusione di filmato porno amatoriale;
-maradona che, dopo aver vinto il mondiale, pippa l'impossibile, comincia una guerriglia urbana a capo degli ultras e instaura una dittatura castrista in sud africa e sequestra la rappresentativa usa.

altrimenti mi riterrò deluso da questo mondiale.

ps
buone vacanze!

Attila ha detto...

Beh, dai Kakà espulso mentre prega il Signore non ha prezzo...