lunedì 7 giugno 2010

Sguardi Bvlgari

Ogni volta che scorgo Calderoli che fissa la telecamera con il suo sguardo magneticissimo, rimango affascinato.

Le sparate di quest'uomo, unite allo sguardo "intensissimo", fanno di lui un mito.

"Gli ingaggi dei calciatori andrebbero ridotti perchè c'è la crisi" è una stronzatona così epocale che "semplifica" di sinapsi neuroniche del simpaticissimo ministro. Mi aspetto da un momento all'altro che dica che il collier di Bvlgari con diamanti da millemila carati che vorrebbe regalare alla moglie celtica deve avere un prezzo ridotto a causa della crisi.

Il concetto di mercato e di scambio tra domanda e offerta non passa nemmeno davanti a due occhi così espressivi. Lui ha il fuoco purificatore e semplificatore davanti, di fianco, di dietro... sì, ecco, soprattutto dietro.

Cazzo, per una volta devo essere quasi d'accordo con Cannavaro, con Cannavaro... qualcuno mi riesce a capire?

In questo momento è palese che Palombo si produca in affermazioni sensate.

Giancarlo Abete, no, capitemi, Giancarlo Abete, l'uomo che riesce a perdere l'organizzazione degli Europei anche contro il Burkina Faso, non ha (mi viene da vomitare) torto.

Perfino Pescante (guardatelo in faccia!), Pescante con l'ascot, sembra proferire parole (ho la nevralgia) condivisibili.

Spero che qualcuno riesca a comprendere il mio personale dramma umano...

7 commenti:

Valdo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
leftheleft ha detto...

Difatti!
Se una società decide di pagare millemila milioni di euro un suo dipendente è libera di farlo.
Poi però se non ha i soldi per pagare le tasse dovrebbe fallire.
Però mi pare che proprio un precedente governo con la Lega dentro permise ad alcune società footballistiche di spalmare su decenni il debito pregresso evitando loro il sacrosanto fallimento. Negli Stati Uniti, mi pare di ricordare, che "lo sport" è a gestione totalmente privata con intere leghe che falliscono così come le squadre.

LateThink ha detto...

Permettimi una osservazione che viene da uno che non sa di calcio e non ha nulla a che fare con la sparata di Calderoli.

Fermo restando che concordo con te riguardo a stipendi liberamente decisi dal mercato quando i giocatori sono visti relativamente alla loro squadra mi chiedo: ma quando uno di essi partecipa ad un mondiale giocando per la nazionale italiana non è un po' come fosse, in quella occasione, un dipendente pubblico?

In questo caso non avrebbe senso che anche il loro compenso subisse una riduzione in liea con i tagli previsti per gli altri dipendenti statali?

Lo so, è una sottile distinzione e forse una cazzata però...

P.S. specifico che: se un giocatore guadagna uno sproposito buon per lui perché ha trovato qualcuno che lo paga e non ci trovo niente di male. Sono favorevolissimo ai tagli decisi dal governo e sono, a mio avviso, troppo pochi. O meglio, per non introdurre una metrica (© Uriel) che valuti la redditività del lavoro si finisce per colpire cani e porci dovendo, di conseguenza, togliere poco a tutti invece che lasciare a chi rende e togliere a chi fa il parassita.

essere disgustoso* ha detto...

@late think
come ha ribadito anche il segretario figc, i premi per la vittoria del mondiale li stabilisce la fifa.
in conclusione è stata la solita sparata per parlare di qualcosa: prepariamoci, l'estate sarà lunga.

Attila ha detto...

@Valdo: Sì, hai ragione sulla Grande Multinazionale Bastarda. Ed anche su Cannavaro (qua il cuore neroazzurro comincia a pompare come il pistone di una Murcielago)

@Left: in effetti, come testimonia la vicenda Lazio, ultimamente le commistioni calcio-politica stanno diventando imbarazzanti (al di là del caso Milan, in cui la politica, adesso, diventa un handicap per la società)

@Late & ED*: Ha ragione ED*. La FIFA e la UEFA rimangono, in ogni caso, dei posti ben peggiori della taverna di Mos Eisley

essere disgustoso* ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
essere disgustoso* ha detto...

http://www.ansa.it/web/notizie/mondialisudafrica/newsmondiali/2010/06/10/visualizza_new.html_1821528748.html

ahahah!!!

e il porcello la prende in culo: adesso va a finire che il comitato per l'unità d'italia dovrà ringraziare calderoli per aver smosso le coscienze...

sul serio, non riesco a smettere di ridere :-D